Mercoledì 24 Maggio 2017

Calcio - Coppa Italia Eccellenza / Il Rimini cerca il pass per la finale in casa del Massa Lombarda

Martedì 10 Gennaio 2017 - Rimini
Il tecnico Alessandro Mastronicola con Emanuele Moretti, ultimo arrivato in casa biancorossa

In campo mercoledì alle 20.30 dopo il 3-0 per i biancorossi all'andata. Mastronicola: "Testa, gambe, cuore e grinta per centrare l'obiettivo". Presentato Emanuele Moretti, 17enne esterno arrivato in prestito dal Santarcangelo

Dopo essere ripartito con il piede giusto in campionato, il Rimini vuole ripetersi a Massa Lombarda, teatro mercoledì sera della sfida valida per la semifinale di ritorno della Coppa Italia di Eccellenza (fischio d’inizio ore 20.30). La prima preoccupazione riguarda le condizioni meteo che parlano di una serata particolarmente rigida dove si toccheranno i -4°. “Le previsioni dicono questo, per entrambe le formazioni sarà un ulteriore problema cercare di evitare infortuni che spero, anzi sono certo, non ci saranno”, dichiara il tecnico Alessandro Mastronicola. 

Si riparte dal confortante 3-0 conquistato dai biancorossi al “Romeo Neri” prima della sosta natalizia, ma l'allenatore non abbassa la guardia. “Ai ragazzi chiedo di partire dallo 0-0 e di arrivare alla finale. Il Massa farà la partita per cercare di rimontare il passivo della gara di andata, non credo scenderanno in campo per recitare un ruolo da perdenti. Per questo motivo pretendo si giochi con la testa, con le gambe, il cuore e la grinta perché vogliamo a tutti i costi accedere alla finale”.

L’ultima considerazione è invece relativa al nuovo arrivato in casa biancorossa, l’esterno Emanuele Moretti. “E’ un giovane di prospettiva, già inquadrato sul lavoro, deve solo dimostrare quanto di buono ha fatto in questi anni durante la propria crescita. Arrivando in un gruppo ben consolidato dovrà mettersi a disposizione, ma in questo senso non vedo ostacoli perché è un ragazzo molto attento, sveglio e propositivo”.

 

MORETTI: “IL RIMINI PUO’ RAGGIUNGERE GRANDI OBIETTIVI”

 

“Sono felice di essere arrivato in un grande gruppo, qui si possono raggiungere grandi obiettivi”. Queste le prime parole da giocatore biancorosso di Emanuele Moretti, il 17enne esterno arrivato in prestito dal Santarcangelo. “Dopo un anno a Fano, la mia città, ho giocato quattro stagioni con la maglia gialloblù. Sono un esterno, mi piace spingere sulla fascia, alla fase difensiva prediligo quella difensiva”. Il neo biancorosso ha le idee chiare. “Da questa seconda parte di stagione mi aspetto grandi risultati, sono molto contento di essere qui perché il Rimini è una grande squadra, un gruppo che può raggiungere obiettivi davvero importanti. I dirigenti del Santarcangelo mi hanno detto che per me sarebbe stata un’opportunità importante per fare esperienza e giocare davanti a un grande pubblico. Ho fatto questa scelta perché credo sia la più giusta per me, specie in chiave futura”.

L’impatto con la nuova realtà è stato positivo. “Fin da subito mi hanno accolto tutti bene e ho capito di essere arrivato in un grande gruppo, una squadra unita che potrà togliersi delle belle soddisfazioni. So che ci sarà una bella concorrenza e sento un po’ di responsabilità nel vestire questa maglia. Rimini è una piazza importante che non merita certo di essere in queste categorie”.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it