Mercoledì 18 Ottobre 2017

Indice dei prezzi al consumo: riprende a salire l’inflazione a Rimini, +0.5% su base annuale

Martedì 10 Gennaio 2017 - Rimini

Il dato congiunturale registra il +0,4%

Nel mese di dicembre 2016 l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività riminese si attesta su base annua al +0.5%, in linea col dato nazionale registrato dall’Istat, così come il dato congiunturale con lo +0,4%. Sono questi i dati relativi al mese di dicembre 2016 che emergono dal lavoro dell’Ufficio di Statistica – prezzi del Comune di Rimini in pubblicazione sul sito dell’ente.

Nel mese di dicembre tutte le divisioni di spesa che compongono il paniere Istat registrano variazioni congiunturali (mensili) positive ad eccezione della divisione “Servizi ricettivi di ristorazione” che registra un calo mensile del -0,3% (su base annua +0,6%), determinato da fattori di natura stagionale. In particolare i “Servizi d’alloggio” calano del -1,5%.

Le divisioni che registrano valori inflattivi nulli nel mese di dicembre sono rispettivamente “Abbigliamento e Calzature”, “Mobili, articoli, servizi per la casa”, “Servizi sanitari, spese per la salute”, “Istruzione” e, per finire “Altri Beni e servizi”.

Le divisioni che registrano invece gli aumenti congiunturali più marcati riguardano la divisione “Ricreazione, spettacolo, cultura”, che registra un + 1,8% (su base annua +0,7%) da ascriversi sicuramente agli aumenti della classe “Pacchetti vacanza” che aumentano del 16,7%. Oltre a questa, a seguire, troviamo la divisione “Trasporti” (+1,6%) imputabile a un aumento dei “Carburanti e lubrificati per mezzi di trasporto” e “Trasporto aereo passeggeri” (+28,5%).

 

L’inflazione media annua 2016 registrata dal Comune di Rimini si attesta a un +0,1% a fronte di un -0,4% registrato nell’anno 2015. “Un dato che conferma – ha commentato l’assessore alle Attività economiche Jamil Sadegholvaad - come l’indice dei prezzi al consumo sul territorio esca da uno stato deflattivo, sintomo di recessione, per registrare, seppur lievemente, una positiva ripresa”.

Tra le divisioni positive più importanti che hanno determinato questo risultato ritroviamo la divisione “Servizi ricettivi di ristorazione” (+1,8%), seguiti da “Bevande alcoliche e tabacchi” (+1,5%) e, tutte al +0,7%, “Abbigliamento e calzature”, “Ricreazione spettacoli e cultura”, e “Istruzione”.

 

Tutti i dati sono pubblicati nella loro completezza sulla pagina istituzionale del Comune di Rimini: http://www.comune.rimini.it/comune-e-citta/comune/ufficio-statistica/prezzi-al-consumo/comunicati-stampa

 

 

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it