Giovedì 27 Luglio 2017

Sfregiata con acido a Rimini: il giudice deciderà il 22 settembre sul rito abbreviato

Giovedì 13 Luglio 2017 - Rimini
Gessica Notaro nella foto selfie postata dalla giovane riminese su Instagram

Gessica Notaro in aula ieri per un paio d'ore, poi ha lasciato il tribunale per esigenze mediche

Il giudice del tribunale di Rimini deciderà il 22 settembre sull'ammissione del rito abbreviato per Edson Tavares, il 29enne di Capo Verde accusato di aver aggredito con l'acido, il 10 gennaio scorso, la sua ex compagna, la 28enne riminese Gessica Notaro. La decisione è stata comunicata durante l'udienza svoltasi ieri, mercoledì 12.

L'opzione sarà tra il rito abbreviato semplice o condizionato alla perizia medico legale sulle condizioni della giovane sfregiata al volto, chiesto dalla difesa dell'imputato. La difesa ha chiesto anche l'esposizione giudiziale della dinamica del fatto, le parti civili si sono opposte. Gessica ha già subito un paio di operazioni all'occhio sinistro e ancora non sa se potrà recuperare la vista.
Ieri mattina sia Gessica (difesa dagli avvocati Alberto e Fiorenzo Alessi) sia Edson Tavares (difeso dagli avvocati Andrea Tura e Riccardo Luzi) erano presenti in aula. La donna è rimasta un paio di ore, dopodiché per esigenze mediche ha lasciato il tribunale. Nella seduta il giudice ha ammesso la costituzione di altre due parti civili: l'Ausl Romagna e l'associazione Butterfly, che si occupa della tutela dei diritti delle donne.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it