Mercoledì 20 Settembre 2017

Le Fiamme Gialle sequestrano biglietti e “passi” per il Gran Premio di Misano a due bagarini

Domenica 10 Settembre 2017 - Riccione

Anche nel giorno del Gran Premio di San Marino e della Riviera Adriatica di Misano, il 10 settembre, la Guardia di Finanza ha continuato l'attività di controllo economico del territorio da parte dei militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza. Nello specifico, 2 persone sono state sorprese mentre tentavano di vendere titoli relativi alla gara: una 5 biglietti e l’altra 2 passi per l’accesso ai paddocks.

 

I titoli sono stati sequestrati. Nei due giorni del Gran Premio sono stati 40 i soggetti sospetti complessivamente identificati e controllati mentre stazionavano nei pressi degli accessi al circuito e delle casse con atteggiamenti da potenziali “bagarini”: sabato erano state tre le persone "verbalizzate".

 

Inoltre, le fiamme gialle di Cattolica sono state impegnate anche nell’attività di controllo del rilascio di scontrini e ricevute fiscali, nonché nell’esecuzione di rilevamenti ai fini fiscali nelle aree private dove sono stati allestiti parcheggi per gli spettatori: chi adibisce un’area privata a parcheggio, deve annotare gli incassi derivanti dall’attività di posteggio, anche se occasionalmente esercitata, nella propria dichiarazione dei redditi. In diversi casi stamane è stata rilevata e verbalizzata dalle pattuglie di finanzieri la mancata emissione della ricevuta fiscale ai clienti.

 

I Finanzieri sabato 9 settembre hanno sequestrato 300 prodotti contraffatti come cappellini VR46 ed altri gadget e magliette sportive poste in vendita per il Motogp da due negozianti di Cattolica, uno italiano ed uno bengalese.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it