Giovedì 19 Luglio 2018

Legalità. Movimento 5 stelle: Consulta regionale indaghi su connessioni criminalità-gioco d'azzardo

Mercoledì 10 Gennaio 2018

"Le mafie stanno investendo in modo sempre più massiccio in questo business che permette di riciclare enormi quantità di denaro sporco, fare affari e rinforzare la propria presenza sui territori"

Occorre affidare alla Consulta regionale per la legalità l'incarico di svolgere attività conoscitiva sul tema del gioco d'azzardo per relazionare in seguito alla Giunta regionale e all'Assemblea legislativa. È la proposta di due consiglieri del Movimento 5 stelle in un'interrogazione dove si sottolinea la stretta connessione tra gioco d'azzardo lecito e non e attività criminali di tipo organizzato. 

"Le indagini giudiziarie sulle infiltrazioni mafiose nel settore dell'azzardo parlano chiaro", illustrano i consiglieri, "le mafie stanno investendo in modo sempre più massiccio in questo business che permette di riciclare enormi quantità di denaro sporco, fare affari e rinforzare la propria presenza sui territori". Non solo, recenti inchieste dimostrerebbero un interesse di queste organizzazioni anche verso l'azzardo legale - come proverebbe anche il processo Black Monkey sul business di un'associazione di stampo 'ndranghetista sulle slot machine e sul gioco online in Emilia-Romagna.

I consiglieri ricordano inoltre che la Consulta per la legalità, istituita dal Testo Unico per la promozione della legalità e valorizzazione della cittadinanza approvato nel 2016, sarebbe articolata in sezioni tematiche presiedute dagli assessori competenti e composte dai rappresentanti delle organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro e da esperti dei vari settori. Sarebbe quindi opportuno, suggeriscono i pentastellati, dedicare una sezione tematica della Consulta proprio al gioco d'azzardo. 

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it