Lunedì 28 Maggio 2018

Senza primo piatto cento alunni alla scuola Calcutta di Rimini, multa a Gemeaz-Elior

Mercoledì 14 Febbraio 2018 - Rimini
Foto di repertorio

Il Comune convoca l'azienda che fornisce il servizio mensa: la sanzione può arrivare fino a 5000 euro

Piu' di 100 bambini della scuola elementare Calcutta di Rimini oggi a pranzo non hanno avuto il primo piatto, il Comune convoca subito l'azienda che fornisce il servizio mensa, e le commina una sanzione che puo' arrivare fino a 5.000 euro. Il disservizio nella fornitura del pasto ha coinvolto i bambini del secondo turno. Gemeaz Elior, azienda che fornisce il servizio, ha rimediato in un secondo momento usando alimenti sostitutivi, "ma incorrera' comunque in una sanzione per la fornitura di pasti incompleta che, come da contratto, prevede provvedimenti sanzionatori fino a 5.000 euro", si affretta a mettere in chiaro il Comune. 

"Gia' domani mattina abbiamo preteso e convocato un incontro con il fornitore per presentare le nostre formali rimostranze, ma soprattutto per capire cosa non ha funzionato ed avere la garanzia che tali episodi non si ripetano", sottolinea l'assessore alla Scuola Mattia Morolli. Si tratta di una "mancanza inaccettabile, che non puo' e non deve verificarsi", rincara, e che "non solo va a creare un disagio sui giovanissimi alunni verso i quali l'attenzione deve essere sempre massima, ma che oltretutto inficia anche un servizio che ha un alto tasso di gradimento e soddisfazione da parte delle famiglie".

La scuola Calcutta, infatti, accoglie un cospicuo numero di bambini e, visto che fa il tempo pieno, e' un punto di riferimento per le famiglie che nella zona di Rimini nord hanno bisogno, per ragioni connesse alla conciliazione dei tempi di vita e lavoro, di un orario scolastico che si protragga anche al pomeriggio, ricorda l'amministrazione. Il servizio "e' ancor piu' essenziale per quelle famiglie che non hanno una rete parentale presente in loco". Quindi, "ogni disservizio che si verifica ha un riverbero considerevole sui bambini, sul personale scolastico e sulle famiglie", conclude il Comune.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it