Sabato 22 Settembre 2018

Droga. Il fiuto del cane poliziotto “Kelly” incastra uno spacciatore tunisino a Rimini

Sabato 14 Aprile 2018 - Rimini
Un altro bel colpo del cane poliziotto di Rimini

E' stato l'atteggiamento sospetto del malvivente a fare scattare gli agenti che lo hanno arrestato

La presenza degli agenti ma soprattutto quella del cane poliziotto antidroga “Kelly”, ha innervosito uno spacciatore tunisino di 33 anni, appena intercettato dagli uomini in divisa per il suo atteggiamento sospetto. Così il giovane pregiudicato ha consegnato spontaneamente hashish in otto parti per un totale di circa 15 grammi ed è stato arrestato.



Poco prima della mezzanotte di venerdì 13 aprile, personale del Reparto Prevenzione Crimine e della Squadra Cinofili della Polizia di stato, transitando nei pressi della stazione ferroviaria di Rimini ha notato un uomo il quale, alla vista delle macchine della Polizia, ha immediatamente cambiato strada, cercando di dileguarsi. Visto l’atteggiamento decisamente sospetto, gli agenti lo hanno subito intercettato; la presenza degli agenti ma soprattutto quella del cane poliziotto antidroga “Kelly”, ha ulteriormente innervosito l’uomo, che ha cominciato a sudare e balbettare.

Appena prima che i poliziotti iniziassero le verifiche su di lui, il 33enne tunisino ha spontaneamente consegnato un pacchetto di sigarette contenente droga, risultata poi essere hashish, suddivisa in otto parti per un totale di circa 15 grammi. Per l’uomo, già gravato da numerosi precedenti di polizia, è scattato l’arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Condotto in Questura in camera di sicurezza, è stato processato con rito direttissimo nel Tribunale di Rimini nella mattinata di sabato 14.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it