Mercoledì 14 Novembre 2018

Riccione TTV Festival. L’innovazione culturale si conferma di casa

Martedì 6 Novembre 2018 - Riccione
Le tavole illustrate di Mara Cerri

Si è concluso domenica il 24° Festival: coda imperdibile lunedì 12 novembre, con una serata in onore di Romeo Castellucci

Si è concluso domenica 4 novembre il 24° Riccione TTV Festival, manifestazione biennale dedicata alle nuove frontiere del teatro e ai rapporti tra arti sceniche e video. Creato nel 1985 dalla mente geniale di Franco Quadri, il TTV ha celebrato quest’anno la sua 24a edizione con un programma che dall’1 al 4novembre ha coinvolto tutta la città, dal Cinepalace allo Spazio Tondelli, da Villa Franceschi a Villa Mussolini, alternando spettacoli, performance, concerti, mostre, incontri e conferenze. L’evento di chiusura della rassegna, organizzata da Riccione Teatro, si è svolto domenica sera allo Spazio Tondelli, con la lettura scenica dei testi finalisti dell’ultimo Premio Riccione “Pier Vittorio Tondelli”, sezione under-30 del Premio Riccione Teatro. 

In quella che è stata a tutti gli effetti una straordinaria “prova generale del teatro di domani”, si sono esibiti 19 giovani allievi attori della Scuola di teatro Iolanda Gazzerro, centro di formazione di eccellenza di ERT – Emilia Romagna Teatro Fondazione.

 

Star indiscussa di questo #TTV24 è stata però un’altra protagonista dello scorso Premio Riccione, la vincitrice del Premio speciale per l’innovazione drammaturgica Chiara Lagani, drammaturga e attrice di Fanny & Alexander. Il #TTV24 ha presentato tre importanti spettacoli della compagnia ravennate: I libri di Oz e Him, entrambi ispirati alla saga del Mago di Oz, e il recentissimo Storia di un’amicizia, tratto da L’amica geniale di Elena Ferrante. A Fanny & Alexander è stata inoltre dedicata una retrospettiva video senza precedenti, la splendida Mostra [1996-2018], ospitata a Villa Franceschi e curata direttamente dal regista della compagnia, Luigi de Angelis. Estremamente calorosa la partecipazione del pubblico, che ha affollato tutte le location del festival: tra queste anche il Parcheggio XIX Ottobre, inedita location “underground” del party di chiusura.

 

Il cuore della manifestazione è però stato Villa Mussolini, sede per quattro giorni di proiezioni, incontri e live set. Qui il pubblico ha potuto incontrare, oltre a Chiara Lagani, anche il vincitore dello scorso Premio Riccione Vitaliano Trevisan, il fondatore dei CCCPMassimo Zamboni, la scrittrice Laura Pugno (Premio Selezione Campiello 2017), la regista Sara Fgaier (in concorso nella sezione Orizzonti all’ultima Mostra del Cinema di Venezia) e i numerosi critici chiamati a raccolta da Graziano Graziani e Rodolfo Sacchettini in uno dei più importanti seminari dell’anno sul teatro contemporaneo. Tra tutti questi ospiti, spicca il nome di Mara Cerri, artista di livello internazionale che con la mostra Fra sonno e veglia ha letteralmente trasformato il volto di Villa Mussolini. Le sue incantevoli tavole illustrate e i suoi corti animati, sospesi fra il sogno e la magia, continueranno ad accompagnare Riccione lungo tutto il periodo natalizio. La mostra resterà infatti visitabile il sabato e la domenica (ore 15-20) fino al 16 dicembre, e sarà aperta tutti i giornidal 22 dicembre al 6 gennaio (ore 10-13, 15-20). Ingresso libero.

 

Il direttore di Riccione Teatro Simone Bruscia commenta: “È stato un TTV Festival bellissimo, un abisso di meraviglie, da Riccione siamo partiti per esplorare il Kansas, la terra di Oz, ma anche per precipitare nei territori del teatro, quello vero, territori come spazi aperti che sconfinano con altre arti come la letteratura, l’illustrazione, il cinema. È stato davvero come sognare a occhi aperti, in questi giorni, come solo a Riccione si può fare quando si è immersi in un fuori stagione spettacolare. Dopo il weekend con Fanny & Alexander ci rimangono le tavole di Mara Cerri esposte in Villa Mussolini. Avvolgeranno ricordi, pensieri, propositi fino al nuovo anno, come le favole più belle, quelle che non finiscono mai”.

 

Il #TTV24 avrà un’altra coda imperdibile lunedì 12 novembre: una serata in onore di Romeo Castellucci con la proiezione del docufilm di Giulio BoatoTheatron. Appuntamento al Cinepalace (ore 20.30), dove saranno presenti sia Boato che il fondatore della Socìetas Raffaello Sanzio.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it