Mercoledì 20 Febbraio 2019

Tenta il suicidio a Riccione gettandosi in mare, fondamentale l'intervento dei Carabinieri

Lunedì 11 Febbraio 2019 - Riccione
Immagine di repertorio

Un ragazzo di 26 anni è stato salvato da due Carabinieri di Riccione mentre cercava di suicidarsi in mare nella mattinata di domenica 10 febbraio 2019. Nonostante la freddissima temperatura del mare Adriatico, i due agenti hanno messo a repentaglio la loro vita tuffandosi in acqua portando in salvo tra diverse difficoltà il giovane sventurato. Il 26enne, prima di recarsi alla battigia dopo aver visto gli agenti dirigersi nella sua direzione, ha cercato la morte dirigendosi contro le auto in corsa nei pressi di pazzale Azzarita, generando attimi di terrore.


Numerose le chiamate ai Carabinieri da parte delle persone che hanno assistito all'accaduto. Nel mentre i sanitari del 118 sono stati allarmati dalle forze dell'ordine e, una volta giunti sul posto, hanno prestato le prime cure sia al 26enne che ai Carabinieri tuffatisi in acqua per un principio di ipotermia, portandoli in seguito al pronto soccorso per le terapie del caso.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it