Giovedì 27 Giugno 2019

Cronaca. Deve scontare 45 giorni di domiciliari: individuato dalla Polizia di Frontiera di Rimini

Lunedì 10 Giugno 2019 - Rimini

Nella giornata del 9 giugno, durante i controlli di Polizia di Frontiera per l'arrivo dei passeggeri in arrivo da Mosca/Vnukovo con il volo Pobeda nr. DP921, è stato individuato un cittadino con doppia nazionalità Russa-Italiana. Sull'uomo pesa un Ordine di esecuzione per l’espiazione della pena della permanenza domiciliare a seguito di sentenza emessa dal Giudice di Pace di Rimini e passata in giudicato per il delitto di cui all’Art 582 Codice Penale – Lesioni Personali, nei confronti di operatori del 118 e delle forze dell’ordine intervenuti il 6 maggio 2015 in quanto la persona era in stato di agitazione.


Al passeggero, O.M.A. di anni 37, a seguito di accertamenti dattiloscopici tesi a verificare le esatte generalità tra i numerosi 'alias' presenti in Banca Dati, è stata notificata la misura che prevede come pena principale stabilita per i delitti commessi la permanenza domiciliare di 45 giorni con la modalità di esecuzione nei giorni di sabato e domenica. Al termine delle formalità è stato condotto nella residenza dichiarata.


L’individuazione del ricercato è stata possibile grazie all’utilizzo del sistema BCS – Border Control System, che permette di analizzare in tempo reale tutti le liste dei passeggeri in arrivo dai Paesi a rischio immigrazione clandestina ancor prima dell’atterraggio del volo e ad una capillare verifica dei documenti di identità utilizzati dai passeggeri per entrare nello Spazio Schengen.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it