Giovedì 27 Giugno 2019

Spaccio. Arrestato pusher nel quartiere Borgo Marina

Mercoledì 12 Giugno 2019 - Rimini

Dalla perquisizione domiciliare sequestrati 100 grammi circa di cocaina, 1,5 kg di marijuana, 3 bilancini di precisione e oltre 50mila euro in contanti

Prosegue con incisività l’attività posta in essere dai Carabinieri della Compagnia di Rimini, che, con l’avvio della stagione estiva, come disposto dal Comandante Provinciale dei Carabinieri di Rimini, Col. Giuseppe Sportelli, hanno intensificato la presenza sul territorio ponendo in essere servizi preventivi e repressivi mirati al contrasto delle varie forme di reato, con particolare riguardo al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, impiegando in sintonia pattuglie in uniforme e personale in abiti civili. 

Negli ultimi giorni l’attenzione dei militari si è concentrata sul quartiere di Borgo Marina, zona centrale della città, ultimamente nota alle cronache per un diffuso degrado urbano, problematica che, come indicato dal Prefetto Alessandra Camporota in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, richiede un impegno sinergico tra tutte le forze dell’ordine.

Al riguardo, i militari hanno iniziato a monitorare con incisività gli spostamenti nella zona, identificando, nell’ultima settimana, circa 300 persone tra residenti, passanti e turisti, ascoltando e sviluppando le segnalazioni di commercianti e cittadini che vivono la zona nelle 24 ore della giornata.

Ed è proprio grazie alla messa in sistema delle segnalazioni di vari cittadini che nella serata di ieri, martedì 11 giugno, i Carabinieri della Compagnia di Rimini hanno inflitto un duro colpo agli spacciatori operanti nel centro di Rimini, particolarmente attivi in questo periodo proprio nel quartiere Borgo Marina.

L’attenzione dei militari si è concentrata in questo caso sui canali di approvvigionamento con cui vengono rifornite le piazze di spaccio riminesi, al fine di “chiudere i rubinetti” ai numerosissimi pusher che con l’arrivo del periodo estivo e del conseguente massiccio afflusso di turisti, intensificano in modo esponenziale le illecite attività di spaccio al dettaglio.

In tale ottica i militari, al fine di dare riscontro a circostanziata attività info-investigativa, al termine di un prolungato servizio di osservazione procedevano al controllo di un’autovettura Toyota Yaris, condotta dal prevenuto. La perquisizione consentiva di rinvenire, in uno zaino occultato sotto un sedile del veicolo, 9 confezioni in cellophane contenenti complessivamente 5 grammi di sostanza stupefacente tipo cocaina e 6 buste in plastica termosaldate contenenti circa 550 grammi di marijuana.

La perquisizione veniva quindi estesa all’abitazione e alle pertinenze della medesima, quindi a un garage da cui il prevenuto era stato notato uscire nel corso del servizio di osservazione, di cui peraltro deteneva le chiavi di ingresso, rinvenendo ulteriori 100 grammi circa di cocaina, 1,5 kg di marijuana, 3 bilancini di precisione, una macchina per il sottovuoto, materiale vario utilizzato per il confezionamento, nonché la somma contante di 51.060 euro in banconote di vario taglio, ritenuta provento dell’illecita, nonché assai lucrosa attività di spaccio.

Lo stupefacente, il materiale per il confezionamento e il denaro contante venivano sottoposti a sequestro penale, mentre l’arrestato, T.L., classe ’88, espletate le formalità di rito, veniva tradotto presso la casa circondariale di Rimini, a disposizione dell’A.G..

L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Rimini rimane alta e costante sull’intera giurisdizione di competenza, al fine di fornire una risposta concreta e incisiva alle legittime pretese di legalità avanzate dai cittadini, che nell’ultimo periodo hanno segnalato una forte recrudescenza degli episodi criminosi, con particolare riferimento all’intensa attività di spaccio di stupefacenti posta in essere quotidianamente dai numerosissimi pusher presenti sul territorio, che con l’arrivo dei primi turisti si sono ultimamente concentrati principalmente nel quartiere Borgo Marina.

Continueranno con assiduità i servizi di prevenzione e contrasto svolti dall’Arma dei Carabinieri, affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua attività info-investigativa, contattando la cittadinanza al fine di acquisire quante più notizie utili per prevenire il ripetersi dei reati ed assicurare alla giustizia gli autori di quelli già perpetrati.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it