Rimini: un centinaio di persone al corteo in memoria delle vittime delle Foibe

Più informazioni su

Uniti per le strade di Rimini “sotto un’unica bandiera per ricordare i martiri di Istria, Fiume e Dalmazia trucidati dai partigiani titini”: un centinaio di persone hanno partecipato lunedì sera, 10 febbraio, in occasione del Giorno del Ricordo, ad un corteo ordinato e silenzioso che ha sfilato da piazzale Cesare Battisti fino ai giardini Vittime delle Foibe di Piazzale Carso. I passi dei partecipanti sono stati scanditi dal battito sordo di un tamburo mentre il forte vento della serata gonfiava le bandiere tricolore e di Istria, Fiume e Dalmazia.

Deposta la corona di alloro, dopo un lungo silenzio, è stata volta degli interventi di chiusura da parte di varie rappresentanze politiche e culturali. A parlare al microfono Mirco Ottaviani, principale promotore dell’iniziativa, e Marina Mascioni che ha riportato con l’occasione anche un’emozionante testimonianza. A seguire gli interventi di Filippo Zilli, consigliere comunale dell’opposizione, e Valerio Savioli dell’associazione Identità Europea. “Senso di appartenenza, patriottismo, ricordo, verità e onore” le parole principalmente impiegate dagli intervenuti a concludere una serata partecipata ed emotiva.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.