Romagna Acque devolve 100mila euro all’Ausl Romagna per le terapie intensive della romagna

Più informazioni su

Il consiglio di amministrazione di Romagna Acque – Società delle Fonti spa, dopo aver informato anche i soci, ha deciso nella riunione odierna di devolvere la quota di centomila euro alle terapie intensive della Romagna, allo scopo di acquistare macchinari, attrezzature, materiali e quant’altro verrà valutato utile per superare questa durissima fase di emergenza.
La donazione verrà fatta all’Ausl romagnola, con l’accordo di dividere la cifra e destinarla alle strutture sanitarie di tutte e tre le province romagnole.
Nei giorni scorsi anche il cral aziendale, “Amico Acquedotto” ha deciso di devolvere una somma del proprio fondo, che pur se piccola possa aiutare le squadre di emergenza impiegate a svolgere al meglio le proprie attività sul nostro territorio.
Il Cral ha dunque devoluto cinquemila euro alla Regione Emilia-Romagna che ha messo a disposizione il conto corrente della Protezione Civile regionale per donazioni a favore dell’emergenza sanitaria Covid-19, grazie al progetto “Insieme si può”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.