Libera contro le mafie organizza a Cattolica la presentazione della campagna #CattolicaSveglia!

Più informazioni su

A pochi giorni dagli arresti dell’operazione Darknet l’associazione Libera contro le mafie lancia la propria campagna per sensibilizzare la città di Cattolica: “nel pieno della stagione turistica – spiegano – tradizionalmente certi argomenti vanno taciuti e vanno evitati, ma questo non è più possibile e non è utile al bene della città, ed è, anzi, per il bene dei cittadini e per il bene del tessuto economico che è necessario porre il tema del radicamento criminale al centro del dibattito pubblico”.

“Abbiamo deciso di farlo – proseguono – cercando di arrivare a più persone possibile, appena conclusa la Pink Week, con “#CattolicaSveglia!”.

Mercedes Nicoletti, referente provinciale di Libera, spiega così l’azione #CattolicaSveglia!: “Alcuni manifesti, opera del cattolichino Lorenzo Anzini, in arte
Loreprod, da domani mattina, 11 agosto, saranno affissi a Cattolica e saranno visibili per dieci giorni. Si tratta di frasi che fanno parte del senso comune, frasi che ci è capitato di ascoltare più volte da tante persone comuni, e talvolta anche dalle istituzioni, frasi che dimostrano inconsapevolezza o frasi che tentano di nascondere una presenza che ormai non è più trascurabile. In queste frasi abbiamo voluto iniziare a cancellare le negazioni perché si ribaltasse il loro significato: “io parlo” perché “la mafia al nord esiste”.

#Cattolicasveglia! è un richiamo alla responsabilità individuale e collettiva, è un invito a prendere posizione, è un invito per i cittadini, per le associazioni di categoria, per le istituzioni, un invito alla partecipazione attiva sul territorio: “a tutti ribadiamo la necessità di aprire nuovi tavoli di confronto per un monitoraggio condiviso della situazione, per avviare nuove azioni di contrasto ai fenomeni criminali”, proseguono da Libera.

La costituzione di nuovi Tavoli della Legalità è solo una delle 8 proposte del Manfesto per la Legalità sottoscritto da Libera Emilia Romagna unitariamente ai comitati regionali di CGIL, CISL, UIL e Avviso Pubblico per il contrasto delle mafie in Romagna dopo la crisi dovuta all’emergenza sanitaria .

“Se oggi l’attenzione è marcata sul territorio di Cattolica non possiamo far finta che sia l’unica zona della provincia soggetta al radicamento mafioso – commentano -. È tutta la Romagna a confermarsi attrattiva per la criminalità organizzata, e di fronte a questo pericolo è tutta la Romagna che deve attivarsi per avviare le adeguate azioni di contrasto”.

Per la presentazione della campagna, stasera, lunedì 10 agosto, dalle 17:30 in Viale Bovio sarà presente un banchetto informativo dell’Associazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.