Quantcast

Rimini. Agli arresti domiciliari viene arrestato per detenzione di droga ai fini di spaccio

Più informazioni su

Ieri, intorno a mezzogiorno, una volante della Polizia di Stato di Rimini si p recata presso l’abitazione di un 37enne, originario di Pescara, sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, con il fine di verificare il rispetto di tale misura.

Avendo trovato il cancello ed il portone principale aperto, i poliziotti hanno raggiunto la porta di casa del 37enne, che sorpreso dalla presenza dei poliziotti, li ha inviatati ad entrare, dirigendosi verso la sala da pranzo.

I poliziotti, che già nella tromba delle scale del condominio avevano sentivano un lieve odore acre, tipico della combustione della Marijuana, già nutrivano sospetti in merito alla presenza di sostanza stupefacente all’interno dell’appartamento.  L’odore infatti andava intensificandosi man mano che gli agenti salivano le scale e raggiungevano l’appartamento del detenuto al primo piano.

Una volta in casa, mentre l’uomo in maniera sospetta e con passo svelto raggiungeva il soggiorno, gli agenti hanno notato chiaramente che tentava di sbarazzarsi di un oggetto appoggiato sul tavolo colpendolo con la mano e facendolo cadere a terra.

Dato il particolare comportamento e lo stato di agitazione, i poliziotti hanno prima bloccato l’uomo e subito dopo recuperato da terra l’oggetto poco prima scagliato. Si trattava di un involucro di cellophane contenente della  Marijuana.

A questo punto gli agenti hanno chiesto all’uomo se oltre a quel quantitativo ne detenesse altra, ma il 37enne ha negato riferendo che quella era l’unica in suo possesso in quanto assuntore da diversi anni.

I poliziotti, considerato l’atteggiamento e la sostanza rinvenuta e considerato l’odore sentito poco prima, hanno voluto verificare e nel soggiorno hanno trovato, all’interno di una scatola di legno posta sul mobile della televisione, altre  8 dosi della medesima sostanza. Dosi accuratamente confezionate, presumibilmente pronte per essere cedute a terzi, in quanto tutte erano circa della stessa forma e dimensione, all’interno di pellicola simile a quella che conservava la sostanza rinvenuta poco prima.

Nel corso della perquisizione, nella camera da letto. e’ stata trovata un’ulteriore confezione di Marijuana, ma in questo caso più grande delle altre, oltre ad altre 3 confezioni delle medesime dimensioni delle precedenti trovate in soggiorno ed una dose di cocaina.

Sul tavolo del soggiorno era appoggiato il rotolo della pellicola utilizzato per il confezionamento delle dosi, mentre in camera da letto, sulla cassettiera, un bilancino di precisione funzionante e due telefoni smartphone occultati sotto ad un cuscino del letto i quali in un primo momento il 37enne negava essere suoi, poi ritrattando.

Nello specifico sono stati rinvenuti 13 involucri di Marijuana per un peso complessivo di 27 grammi, ed 1 gr di cocaina.

Il 37enne, dal gennaio 2021 era sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, per i reati di Violenza, Minacce, resistenza a P.U. e Danneggiamento.

L’uomo, annoverante altri precedenti per detenzione di droga ai fini di spaccio, è stato arrestato ed oggi sarà sottoposto a processo con rito direttissimo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.