Quantcast

GiovinBacco torna a riveder le stelle, nelle piazze di Ravenna, dal 29 al 31 ottobre. La vendita online dei ticket aperta fin dai prossimi giorni foto

Più informazioni su

“GiovinBacco. Sangiovese in Festa”, la grande manifestazione enologica del Romagna Sangiovese e degli altri vini romagnoli, nel 2021 giunge alla XIX edizione e torna nel cuore di Ravenna. Il 29, 30 e 31 ottobre il centro della città per tre giorni diventa teatro del buon vino e del buon cibo di Romagna. La festa si svolge in presenza, con tutti i crismi di sicurezza necessari, con ingresso solo ai partecipanti muniti di Green Pass. Anche quest’anno non mancano nuove proposte per il pubblico.

L’evento è stato presentato stamane 12 ottobre in Municipio a Ravenna nel corso di una conferenza stampa alla quale sono intervenuti il Sindaco di Ravenna Michele de Pascale, Nevio Ronconi Presidente dell’agenzia Tuttifrutti, i rappresentanti della Condotta Slow Food di Ravenna Angela Ceccarelli e Mauro Zanarini, Alberto Gamberini in rappresentanza del Lions Club Ravenna Bisanzio (che ha donato un gagliardetto del club al Sindaco appena riconfermato), di Ravenna Incoming, delle associazioni del commercio e dell’artigianato, del Servizio Dipendenze Patologiche dell’ASL Romagna.

GiovinBacco 2021

“I promotori di GiovinBacco – ha dichiarato il Sindaco Michele de Pascale – così come quelli dei tantissimi eventi culturali e di intrattenimento che animano la nostra città, l’anno scorso non si sono persi d’animo e hanno rimodulato l’organizzazione dell’iniziativa, per poterla comunque proporre nonostante la difficile situazione di allora. Ma quest’anno GiovinBacco torna a “casa”, nelle piazze del nostro bellissimo centro storico, e questa è una notizia doppiamente positiva perché testimonia come, grazie al progredire della campagna vaccinale, si possa finalmente riassaporare quella che una volta chiamavamo normalità e che oggi abbiamo finalmente riscoperto come qualcosa di straordinario e bellissimo, cioè il condividere spazi ed emozioni insieme. La manifestazione conferma la qualità della proposta, che valorizza le eccellenze enogastronomiche romagnole anche in termini di attrattività turistica e coinvolge inoltre il tessuto commerciale e della ristorazione del centro cittadino”.

Nevio Ronconi

Proprio su questi aspetti ha incentrato la presentazione Nevio Ronconi, Presidente Tuttifrutti, il quale ha voluto sottolineare tutte le collaborazioni che rendono possibile GiovinBacco e fanno in modo che questo evento coinvolga tutta la città e anche una fetta importante della Romagna. Una festa che assume un significato particolare quest’anno, finalmente di nuovo in piazza. Ronconi ha spiegato anche la nuova immagine che cita lo stemma del comune di Ravenna, con i due leoni che giocano con il bicchiere di GiovinBacco a simboleggiare i vini bianchi e rossi di Romagna – il giallo dell’Albana, il rosso del Sangiovese – che sono poi i colori della città.

Maria Angela Ceccarelli Mauro Zanarini

Maria Angela Ceccarelli e Mauro Zanarini hanno parlato della filosofia Slow Food che da sempre si intreccia con l’evento e delle iniziative che quest’anno l’associazione mette in campo a Palazzo Rasponi dalle Teste che diventa “Casa Slow Food”. Zanarini in particolare ha voluto sottolineare il carattere e il valore popolare della festa di Ravenna, che guarda alla qualità e ai giovani, che rappresentano i consumatori di vino del futuro.

A questo proposito un discorso importante riguarda la collaborazione con gli operatori del Servizio Dipendenze Patologiche dell’ASL Romagna che prosegue anche quest’anno con un nuovo progetto – Unità di Strada – che in tempi di pandemia ha rimpiazzato il progetto degli anni passati del SERT Sicuramente dal mare. Gli operatori saranno in una postazione in Piazza del Popolo per fornire informazioni sul consumo consapevole di vino e di sostanze, per prevenire l’abuso, per educare alla guida sicura e per la prova etilometro che sarà quest’anno effettuata con uno strumento monouso.

GiovinBacco 2021

IL VINO IN PIAZZA DEL POPOLO, IN PIAZZA GARIBALDI E A PALAZZO RASPONI DALLE TESTE

Oltre 200 le etichette presenti nel 2021. Il pubblico potrà gustare i vini di Romagna – Sangiovese, Albana e tutti gli altri vini dei produttori locali – in Piazza del Popolo e in Piazza Garibaldi. Le cantine romagnole presenti sono 40. Ai produttori romagnoli si aggiungono le cantine del Movimento Turismo del Vino e delle Donne del Vino.
A Palazzo Rasponi dalle Teste che accoglie “Casa Slow Food” sono in degustazione invece i vini italiani e regionali con la chiocciolina della Guida Slow Wine quelli del Bere quotidiano, i vini dei Vignaioli Contrari e quelli della Slow Wine Coalition e Slow Wine Fair.
Gli stand per la degustazione del vino chiudono alle 23, ma è possibile continuare la consumazione dei tagliandi fino alla mezzanotte presso lo stand di Piazza Garibaldi, dove i sommelier prolungheranno il servizio di mescita.

LA VENDITA DEL VINO A SCOPO BENEFICO IN PIAZZA XX SETTEMBRE, A CURA DEI LIONS

Come ogni anno GiovinBacco propone il banco di vendita del vino per beneficienza gestito grazie al service del Lions Club Ravenna Bisanzio. Il vino è offerto dalle cantine romagnole partecipanti. Parte del ricavato va a finanziare progetti sociali per il territorio. Lo stand è in Piazza XX Settembre. Gli orari di apertura sono identici a quelli della festa.

I PREMI GIOVINBACCO E LE INIZIATIVE LEGATE AL VINO

Nella giornata di venerdì 29 ottobre in mattinata si riunirà la Giuria che stabilità i vincitori 2021 del Premio Romagna Albana e del Premio Romagna Sangiovese Riserva di GiovinBacco.
Venerdì 29 ottobre a Casa Slow Food in Palazzo Rasponi dalle Teste presentazione del movimento dei Vignaioli Contrari. Sabato 30 ottobre nella stessa location sarà presentata la Guida Slow Wine 2022, mentre domenica 31 ottobre sempre a Palazzo Rasponi Slow Food presenterà la Slow Wine Coalition e la Slow Wine Fair.

IL MERCATO DI MADRA E GIOVINBACCO

Sabato 30 e domenica 31 ottobre GiovinBacco è affiancato da MADRA, il Mercato Agricolo Domenicale di Ravenna, che per l’occasione si tiene per due giorni (dalle 10 alle 19). Le bancarelle di MADRA e dei produttori di GiovinBacco sono allestite sotto i portici delle vie Gordini e Corrado Ricci.

LE PIAZZE DEL CIBO DI STRADA: PIAZZA KENNEDY E GARIBALDI

Piazza Garibaldi sarà dedicata oltre che al vino di Romagna anche agli stand degli artigiani e delle artigiane CNA che propongono pasta fresca (4), piadina e pizza fritta (2), birra artigianale (2).
In Piazza Kennedy sono invece presenti 5 punti di ristorazione di qualità della Romagna: Borgo dei Guidi, Cucina del Condominio, Mercato Coperto Ravenna, Osteria La Campanara, Ristorante Amarissimo. In piazza anche le birre artigianali, il vino sfuso della Cantina Spinetta e lo stand di Coop Alleanza 3.0.
All’interno di Palazzo Rasponi dalle Teste lo stand di Slow Food e dell’Associazione dei Contadini con i loro prodotti e alcuni piatti proposti dall’Osteria Aurora che debutta a GiovinBacco.

LA FORMULA

A GiovinBacco in Piazza l’ingresso è libero (muniti di Green Pass). Per gli assaggi di vino sono a disposizione carnet per le degustazioni, che si acquistano online (sul sito GIOVINBACCO.IT e RAVENNAEXPERIENCE.IT) oppure in Piazza del Popolo, in Piazza Garibaldi e in Piazza Kennedy (durante la festa), o ancora in prevendita presso lo IAT di Ravenna in Piazza San Francesco.
I carnet sono da 4, 6 e 10 degustazioni. Il costo dei carnet è popolare, va da un minimo di 10 a un massimo di 20 euro con il calice, e da un minimo di 9 a un massimo di 19 euro senza il calice. Per una degustazione di vino passito e di Sangiovese Riserva e per i vini di Palazzo Rasponi sono necessari 2 tagliandi. Per tutti gli altri vini rossi e bianchi 1 solo tagliando. Ai soci Slow Food, AIS, AIES, Onav, Romagna Visit Card, Coop Alleanza 3.0 e ai possessori dei tagliandi “Il Piatto GiovinBacco” è riservato 1 tagliando degustazione gratuito per ogni acquisto di un carnet da 4 consumazioni e di 2 tagliandi gratuiti per ogni acquisto di carnet da 6 e 10 consumazioni. A GiovinBacco è vietata la degustazione del vino per i minori di 18 anni. Per l’acquisto dei carnet di degustazione del vino e del vino venduto dai Lions per beneficenza è possibile pagare anche con Bancomat e Carta di credito.
I biglietti per l’assaggio del cibo di strada si acquistano presso i singoli stand o i chioschi e gli acquisti alle bancarelle del mercato agricolo e artigianale si fanno direttamente al banco vendita.

LA SICUREZZA

Per partecipare alla manifestazione il pubblico deve essere munito di Green Pass. Il Green Pass verrà verificato per l’ingresso a Palazzo Rasponi dalle Teste. In Piazza del Popolo sarà allestita una postazione del Servizio Dipendenze Patologiche dell’ASL – Unità di Strada, che offrirà al pubblico informazioni utili per la guida sicura e la prova etilometro monouso.

LE ALTRE INIZIATIVE

GiovinBacco, in collaborazione con Confcommercio, Confesercenti e con i ristoranti del territorio, propone anche quest’anno “Il Piatto GiovinBacco”, iniziativa volta a promuovere il Romagna Sangiovese di qualità sulle tavole e in cucina. Gli oltre 40 ristoranti aderenti – fino a domenica 31 ottobre – presentano ai loro clienti piatti a base di Sangiovese o abbinamenti di pietanze con bottiglie di Sangiovese.

Anche quest’anno GiovinBacco è ambasciatore del Romagna Sangiovese in Italia, portando il nostro vino di eccellenza in molti ristoranti e osterie della Guida Slow Food delle varie regioni. Continua poi la collaborazione di GiovinBacco con wine bar, forni e pasticcerie, gelaterie ed enoteche sempre all’insegna del Sangiovese.

Per chi vuole associare i piaceri del vino e della tavola al godimento della cultura è stato studiato il Carnet Cultura che prevede per chi acquista le degustazioni dei vini a GiovinBacco sconti o agevolazioni per gli spettacoli del Teatro Alighieri; al MAR per la mostra Dante, un’Epopea POP; al Museo Classis Ravenna; alle proiezioni del Ravenna Nightmare Film Fest e alla visite guidate di Ravenna Experience.

Lunedì 1 ottobre presso l’Osteria del Pancotto a Gambellara di Ravenna si terrà la cena conclusiva a cura di Slow Food con la cucina di Pierpaolo Spadoni. Questa autentica osteria è una mosca bianca, un’oasi nella campagna ravennate, un locale di altri tempi, un posto semplice, con un’atmosfera fuori dagli schemi, un punto di riferimento per la cucina locale. Nell’occasione verrà consegnato il premio “E’ bdòcc d’òr” (il pidocchio o cozza d’oro).

GIOVINBACCO IN FESTA 2021 – XIX EDIZIONE
Venerdì 29 ottobre dalle 18 alle 23
Sabato 30 ottobre dalle 11 alle 23
Domenica 31ottobre dalle 11 alle 23
INFO 339.4703606
www.giovinbacco.it – facebook.com/giovinbacco

GiovinBacco 2021

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.