Quantcast

L’Ukrainian Classical Ballet continua a girare per i teatri romagnoli: sarà a Faenza, Cesena e Rimini

Più informazioni su

I teatri dell’Emilia-Romagna rispondono all’appello del corpo di ballo che riunisce i migliori solisti e ballerini provenienti dai principali teatri nazionali dell’Ucraina, come l’Opera Nazionale dell’Ucraina, il Teatro “Taras Shevchenko”, il Teatro dell’Opera e balletto di Odessa, il Teatro Accademico di Kharkiv e l’Opera Nazionale di Lviv: in tournée in Francia allo scoppio del conflitto, gli artisti dell’Ukrainian Classical Ballet sono arrivati in Italia grazie alla rete di solidarietà a cui hanno aderito molti teatri che ne ospiteranno le performance.

“E’ davvero entusiasmante la disponibilità con cui il mondo dei teatri si è mobilitato per consentire la prosecuzione della tournée agli artisti dell’Ukrainian Classical Ballet- ha detto l’assessore regionale alla Cultura, Mauro Felicori-. Anche i teatri dell’Emilia-Romagna hanno dato una dimostrazione concreta di cosa sia la solidarietà”.

Grazie alla collaborazione di Ater Fondazione il Teatro Magnani di Fidenza ospiterà la compagnia ucraina mercoledì 11 maggio, alle ore 21, che presenterà un balletto considerato l’apice del romanticismo, “Giselle”, mentre al Teatro Galli di Rimini andrà in scena mercoledì 18 maggio, sempre alle 21, il “Don Chisciotte”, balletto in tre atti sul celebre romanzo di Miguel de Cervantes, su musica di Ludwig Minkus.

Giselle verrà rappresentato anche lunedì 16 maggio (ore 21) al Teatro Masini di Faenza e il 19 di maggio (ore 21) al Teatro Bonci di Cesena.

I balletti

“Giselle” è ambientato nella valle del Reno, dove la protagonista è una giovane contadina che si innamora di Albrecht, credendolo anch’esso un contadino, mentre in realtà è un conte già promesso in sposo. Giselle scopre l’inganno; sconvolta dal dolore impazzisce e muore. Il secondo atto del balletto è il celebre “atto bianco”: la fanciulla morta è diventata una Villi, ovvero lo spirito di una donna morta prima del matrimonio. Albrecht si reca sulla sua tomba e le Villi danzano in cerchio volendolo portare a morte, ma Giselle, in ricordo del loro amore, lo salva.

Nell’allestimento dell’Ukrainian Classical Ballet, con la direzione artistica di Ivan Zhuravlov, i ruoli protagonisti sono interpretati da Olga Golitsya (Giselle), pluripremiata Étoile dell’Opera Nazionale dell’Ucraina “Taras Shevchenko”, e Yan Vana (Albrecht) dal 2006 solista e dal 2011 solista principale del balletto dell’Opera Nazionale dell’Ucraina.

Nel “Don Chisciotte”, le coreografie di Marius Petipa vengono riprese da Victor Litvinov. Mentre il romanzo di Miguel de Cervantes pone al centro le avventure di Don Chisciotte, un cavaliere appassionato di romanzi cavallereschi tanto da confondere la propria vita con la storia delle sue letture, il balletto invece si concentra principalmente sulla storia della bella Kitri (Olga Golytsia), figlia di un oste, che si innamora di Basilio, un barbiere squattrinato interpretato da Jan Vańa. La storia dunque si allontana dal romanzo di Cervantes, ma offre al balletto l’opportunità di eseguire variazioni di danza spagnola, portando elementi del folklore tipico di quella terra.

Per informazioni e bigliettilink al Teatro Magnani di Fidenzalink al Teatro Galli di Riminilink al Teatro Bonci di Cesenalink al Teatro Masini di Faenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.