Rimini. Progetto Scuole Sicure: arrestati due spacciatori

Con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti, sono stati arrestati nelle prime ore di stamane dagli agenti della Polizia locale di Rimini due giovanissimi appena maggiorenni, uno di nazionalità ucraina di 18 anni e uno di 19 di nazionalità italiana.
Un arresto avvenuto al termine dell’indagine innescata dalle informazioni raccolte da altri giovani nel corso dell’attività di controllo che costantemente la Polizia locale riminese compie negli ambiti scolastici, così come definita nel progetto “Scuole Sicure” siglato con la Prefettura riminese nel luglio scorso proprio per prevenire e contrastare, attraverso una serie sinergica d’azioni, lo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici nel corso dell’anno scolastico.
Sono stati due ufficiali e cinque agenti della Polizia locale riminese ad entrare in azione alle ore 5 di questa        mattina nell’appartamento in cui risiede uno dei due sospettati. Ad accompagnarli anche Jago, il cane antidroga dell’Unità cinofila, che non ha impegnato molto a rinvenire, nel corso della perquisizione, i 22 grammi di marijuana già suddivisi e confezionati per lo spaccio.
Insieme alla droga sequestrati nel corso dell’operazione anche un bilancino di precisione e 520 euro, probabilmente derivanti dall’attività di spaccio.
Una maxidose da 8 grammi di marijuana, invece, è stata rinvenuta a carico dell’italiano.
Arrestati entrambi saranno sottoposti nelle prossime ore ad un processo per direttissima.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.