Quantcast

Vortice di scoperte a Saludecio: “archeolgo” abbandona tesoro ma viene beccato dai Carabinieri

Più informazioni su

Non si ferma il vortice di scoperte di tesori nascosti che da una settimana sta coinvolgendo il piccolo centro di Saludecio.

Ancora una volta i Carabinieri della locale Stazione, che raccolgono i risultati di un’attività investigativa che sta facendo luce su un vero e proprio giro di “archeologi abusivi”, tutti accomunati dalla passione amatoriale per il collezionismo di beni di interesse culturale.

Nella scorsa nottata, nei pressi della porta d’ingresso della Stazione Carabinieri, i militari hanno rinvenuto una busta contenente i seguenti reperti, abbandonati da un ignoto “archeologo fai da te”, consistenti in:

–       1 placchetta decorativa argentata, risalente ad epoca compresa tra il xvi – xix secolo;

–       1 elemento in bronzo, risalenti ad epoca medioevale;

–       1 elemento in bronzo, risalente ad epoca compresa tra il XVII – XIII secolo;

–       1 fibbia metallica risalente ad epoca compresa tra il XIX – XX secolo.

Il militari hanno provveduto quindi ad effettuare gli opportuni accertamenti e visionando le immagini delle telecamere di sicurezza sono riusciti ad identificare il soggetto in C.M., 41enne da Mondaino, incensurato.

Tutto il materiale rinvenuto è stato posto sotto sequestro e l’archeologo amatoriale è stato deferito all’Autorità Giudiziaria di Rimini per impossessamento illecito di beni culturali.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.