Coronavirus. Ausl Romagna smentisce voci di chiusura Pronto Soccorso

In caso di sospetti o sintomi rivolgersi al medico di famiglia o al 118

Più informazioni su

In merito all’influenza da nuovo coronavirus la Direzione Aziendale dell’Ausl Romagna conferma che non vi sono casi accertati sul territorio romagnolo di pazienti affetti dal virus. “E’ massima l’attenzione di tutte le articolazioni aziendali” rassicurano dall’Ausl Romagna, aggiungendo: “e costante il raccordo con le autorità regionali e ministeriali per tenere monitorata la situazione e le sue evoluzioni”.

Ausl Romagna, così come il comune di Ravenna, smentisce categoricamente voci relative a servizi di pronto soccorso chiusi e ribadisce che, al contrario, tutti i Pronto Soccorso e i Punti di pronto intervento della Romagna sono al momento completamente operativi.

Nella nota stampa diffusa dall’Ausl Romagna viene ribadito infine che, in linea generale, il consiglio per i cittadini rimane inviariato rispetto all’ultimo diramato. Ovvero, nel caso le persone abbiano il sospetto di aver avuto contatti con il virus, specie se presentano sintomi, non devono recarsi di persona in Pronto soccorso o presso altre strutture sanitarie, bensì devono contattare telefonicamente il proprio medico di famiglia o il 118 in modo da ricevere ogni utile indicazione sul da farsi. Anche Ausl Romagna, così come il comune di Ravenna, invita infine la cittadinanza a diffidare da notizie che non giungano da fonti ufficiali.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.