Controlli su misure anti Covid-19: 7 persone denunciate tra Riccione e Cattolica

Continuano i controlli sul territorio da parte dei Carabinieri della Compagnia di Riccione, finalizzati a verificare il rispetto delle disposizioni contenute nel D.P.C.M. 09 marzo 2020 tese al contrasto della diffusione del COVID-19.  Nella giornata di sabato 21 marzo i Carabinieri dipendenti della Compagnia di Riccione, hanno deferito 7 persone tra cui 3 stranieri,  per il reato di inosservanza delle disposizioni dell’Autorità, ai sensi dell’art. 650 c.p.. I fermati tutti di varie fasce di età e residenti nei territori della giurisdizione, nel corso dei controlli hanno fornito svariate e immotivate giustificazioni del loro spostamento.

Inoltre, un albanese classe ’96 è stato denunciato  dai Carabinieri della Stazione di Saludecio ai sensi dell’art. 495 c.p. per false attestazioni a P.U. poiché, a seguito della denuncia per violazione delle disposizioni anti covid-19, guadagnata la scorsa settimana dai Carabinieri di Morciano di Romagna, ha fornito ai militari false dichiarazioni in merito all’indirizzo di residenza, come accertato dall’Arma di Saludecio che hanno trovato un’abitazione abbandonata nell’indirizzo fornito dal giovane.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.