Cia Romagna: un vero disastro la gelata della notte scorsa

Più informazioni su

“Un disastro così grande in una sola notte non si era mai visto. Nel corso degli anni ci sono state altre calamità identiche negli effetti, ma non in una sola notte, in particolare ricordiamo il 1997, ma il disastro fu la somma di diverse notti con temperature sotto zero per lunghe ore. Questa volta in una sola notte è successa una tragedia. Questa si aggiunge agli effetti covid-19, ad un’annata agraria fra le più difficili, come quella del 2019, in particolare per gli effetti della cimice asiatica che, nel caso ce ne fossimo dimenticati, è ancora fra noi e le avvisaglie ci sono già. Quel poco che resterà dopo questa gelata è molto a rischio”. Questo il commento di Danilo Misirocchi, presidente di Cia Romagna, mentre sono in corso i rilievi in campo in seguito alla gelata della notte del 24 marzo.

Oggi è il 25, potrebbe essere Natale visto il clima e la neve, ma è marzo e molte colture sono già più avanti anche di 10/15 giorni a livello di ciclo vegetativo considerate le temperature e l’andamento climatico dei mesi scorsi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.