Carabinieri di Rimini. Proseguono i controlli “anti covid-19″: 139 persone e 18 esercizi

Continua ad essere costantemente presidiato, da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Rimini, il territorio della Provincia anche in funzione del rispetto delle disposizioni preventive “anti covid-19”, con posti di controllo in tutto il territorio.

Vengono sottoposti a controllo tutti gli automobilisti e chiunque venga trovato per strada, al fine della verifica delle condizioni per lo spostamento quali le note comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e motivi di salute.

La Compagnia di Novafeltria ha proceduto al controllo di 139 persone e 18 esercizi, nel corso della quale a 4 persone sono state contestate “inosservanza delle disposizioni anti-covid19” in riferimento al rispetto del Decreto del P.C.M. del 9 marzo e successive modifiche e da ultimo del Decreto del P.C.M. nr. 19 del 25.03.2020 che prevede per gli inottemperanti una sanzione pecuniaria da Euro 400,00 a Euro 3.000,00.

In particolare, nel territorio della Compagnia Carabinieri di Novafeltria sono state sanzionate tre persone: un 48enne residente a Montecopiolo (PU) che ieri pomeriggio, è stato fermato lungo la s.p. Leontina a San Leo. L’uomo ha riferito che stava andando ad aiutare il fratello nella sua azienda a Verucchio; da una verifica immediata però la scusa non ha retto in quanto è risultato che l’uomo non fosse né socio né dipendente dell’azienda e quindi nessun giustificato motivo per allontanarsi dal proprio domicilio.
Anche un 25enne ed una 24enne residenti a Rimini, sono stati sorpresi la scorsa notte a Poggio Torriana mentre all’interno di un’autovettura si erano appartati nel parcheggio di Via Castello. A quel punto i due non hanno nemmeno provato a giustificarsi, scusandosi con gli operanti.Un 60enne residente a Novafeltria, fermato ieri mattina, lontano dalla propria abitazione, davanti l’Ospedale di Novafeltria. L’uomo, che non aveva alcuna valida motivazione per stare in quel luogo, si è scusato dicendo che era andato lì per prendere un caffè nel Bar dell’Ospedale, non sapendo però che non fosse aperto al pubblico.

Nell’ambito della Compagnia di Rimini sono state contestate violazioni a 10 persone, che, controllati sul territorio dei comuni di Rimini, Bellaria Igea Marina e Santarcangelo di Romagna, a seguito di accertamenti sono risultati variamente inottemperanti al rispetto delle disposizioni tese al contrasto della diffusione del COVID-19.

Per la Compagnia di Riccione, sono state 4 le contestazioni amministrative per inosservanza delle disposizioni in parola.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.