Bellaria Igea Marina. Sviluppare la modalità smart working anche dopo l’emergenza

Alla fine di marzo, sono state attivate per il personale del Comune di Bellaria Igea Marina nuove modalità organizzative improntate allo smart working e al telelavoro. Una misura dettata dalle necessità e che ha inteso favorire il “lavoro agile”, quale soluzione ottimale per tutelare tanto la salute dei dipendenti quanto la continuità dei servizi.

A più di un mese dall’introduzione delle nuove modalità lavorative, ancora in atto per molti dipendenti di piazza del Popolo, l’Amministrazione Comunale giudica positivamente l’esperienza e intende consolidare lo smart working come una buona pratica da conservare anche nel periodo successivo all’emergenza. Anche grazie al bagaglio di conoscenze ed esperienze maturato in questo periodo.

Un primo atto in questo senso è la definizione del progetto “SmartBIM – Sperimentazione di nuove modalità spazio temporali di svolgimento della prestazione lavorativa”, iniziativa che si è guadagnata un cofinanziamento regionale da 50.400 euro.

Il progetto si propone di individuare aree soggette a potenziale miglioramento, in termini di efficacia ed efficienza, da perseguire con flessibilità spazio temporale, digitalizzazione, valorizzazione delle risorse umane e agevolazione della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. La prima fase consisterà nella creazione di un gruppo di lavoro ad hoc, accompagnato da un adeguamento sistemistico a livello informatico: l’attuale sistema gestionale dovrà essere infatti implementato con nuove funzioni, moduli e accessi che consentano al dipendente in smart working una sempre maggiore funzionalità operativa da remoto.

Parte integrante del progetto, anche la futura attività di formazione quale strumento per intervenire sulle competenze professionali: dapprima ad un livello generale, e successivamente con aggiornamenti specifici attraverso mirati blocchi formativi.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.