Sabato sera post riapertura: centro pieno e poche mascherine, a Rimini aumentano controlli anti-movida

Più informazioni su

Come riporta una nota dell’Ansa, sono aumentati i controlli anti-movida a Rimini nel primo sabato sera dopo la riapertura dei locali. Dopo l’orario di cena nella zona della Vecchia Pescheria, tradizionale ritrovo di giovani, si è verificata una scena analoga a quella di venerdì, con i vicoli e la piazza pieni di gente. Tanti i gruppetti di amici, molti senza mascherina, in cui non sempre si manteneva la distanza di un metro, nonostante si fosse all’aperto.

Per tutta la serata l’area è stata pattugliata da Polizia di Stato, Polizia Municipale, carabinieri e militari dell’Esercito. Le forze dell’ordine sono passate di gruppo in gruppo a far distanziare i giovani e chiedere loro di indossare la mascherina, dato l’assembramento formatosi nell’area. Ad alcune persone sono stati chiesti i dati personali, poi i presenti hanno cominciato a disperdersi e ad indossare la mascherina. Rimini e provincia sono uno dei territori più colpiti dal coronavirus in Emilia-Romagna.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.