San Leo. Il Sindaco Bindi: “La nostra scelta di recedere dall’Unione Valmarecchia è definitiva”

“In merito all’Unione Valmarecchia l’Amministrazione del Comune di San Leo sta votando in questi giorni la delibera il recesso unilaterale. Un gesto estremo verso un Unione mal funzionante e non rispondente ai criteri previsti dalla normativa di riferimento” riporta la nota del Sindaco di San Leo Leonardo Bindi.

“Sono anni che per svariati motivi – prosegue il Sindaco – i servizi convenzionati funzionano a macchia di leopardo o non funzionano affatto. Sono anni che all’ordine del giorno c’è il tentativo di trovare delle soluzioni adeguate: unioni a 3 e 7 comuni; divisione in ambiti ottimali; unione a 10; 2 unioni una a 3 e l’altra a 7 che stipulano convenzioni tra loro (ipotesi dell’ultima ora). E per raggiungere tali soluzioni sono stati commissionati diversi studi di fattibilità, ognuno dei quali ha dimostrato elementi di diseconomicità e inadeguatezza in una Unione così organizzata e strutturata”.

“Ad oggi tutti sono coscienti del fatto che l’attuale l’Unione – puntualizza il Sindaco – si presenta come un malato in fase terminale, incurabile.  Ebbene la nostra delibera, rappresentata dal recesso unilaterale, deve essere letta nel non perdere ulteriore tempo a discutere sul nulla, andiamo il più velocemente possibile verso uno scioglimento unanime della stessa nei termini previsti dallo Statuto. Liquidiamola azzerando tutto e subito, nel contempo sediamoci al tavolo alla ricerca di una più idonea organizzazione per la nostra valle”.

“Oggi l’Amministrazione di San Leo vuole questo. Solo ed esclusivamente questo. In alternativa non continuerà ad essere complice nella fallimentare gestione. La nostra scelta di recedere da tale Unione è definitiva. A tal proposito ci stiamo già organizzando per la gestione in proprio delle funzioni delegate a far data dal 1 gennaio 2021” termina il Sindaco Bindi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.