Arresti per spaccio di cocaina e per porto abusivo di arma fra Bellaria e Rimini

Più informazioni su

Proseguono i servizi di prossimità nel fine settimana dei Carabinieri della Compagnia di Rimini, finalizzati alla prevenzione dei reati, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio, al rispetto delle norme in materia di codice della strada nonché al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti ed alcoliche tra i più giovani.

I Carabinieri della Stazione di Bellaria Igea Marina hanno tratto in arresto ieri 26 giugno in flagranza, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, R.A., italiano di origini pugliesi classe 1958, residente a Rimini, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia. I fatti si sono svolti in un bar di Rivabella, nei pressi del viale Toscanelli. I militari nel corso del controllo all’esercizio pubblico, dietro al bancone, oltre ai soliti ingredienti e bevande per preparare cocktail ed aperitivi, hanno trovato un borsello con all’interno celati oltre 200 grammi cocaina nonché bilancini di precisione ed una sostanza in polvere da taglio dello stupefacente. Nei confronti del titolare dell’esercizio sono scattate le manette per l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Stamane si è celebrata l’udienza di convalida, di fronte al P.M. ed al G.I.P. del Tribunale di Rimini, al termine del quale l’uomo è stato messo in libertà in attesa del processo.

Sempre i Carabinieri della Stazione di Bellaria Igea Marina hanno tratto in arresto in flagranza, per il reato di detenzione illegale di arma clandestina un 19/enne di origina partenopea, D.C.G, residente a Bellaria. Il giovane nel corso di una perquisizione domiciliare veniva trovato in possesso di una pistola calibro 22, con la matricola della canna abrasa, nonché una trentina di cartucce del relativo calibro. Nei confronti del giovane sono scattate le manette per l’accusa di detenzione illegale di arma da fuoco clandestina. Stamane si è celebrata l’udienza di convalida, di fronte al P.M. ed al G.I.P. del Tribunale di Rimini, al termine del quale lo stesso è stato accompagnato in carcere in attesa del processo.

Infine i Carabinieri della Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile di Rimini hanno svolto analogo servizio nella località di Marina Centro con l’impiego di una unità Antidroga del Nucleo Cinofili di Pesaro. A setaccio dei militari sono stati passati alcuni parchi ove recentemente al numero di emergenza del 112 erano state segnalati dei giri strani di giovani e spacciatori. Durante un controllo ad una autovettura sul lungomare all’altezza del Piazzale Marvelli, l’eccezionale fiuto dell’animale permetteva di individuare, nascosto nell’imbottitura del sottotetto di una VW Golf, un astuccio contenente 9 dosi di cocaina per oltre 6 grammi di stupefacente. Il conducente, un albanese classe 1984 J.A., residente a Rimini, è stato deferito alla Procura della Repubblica di Rimini per detenzione ai fini di spaccio. L’uomo aveva con sé anche una consistente somma di denaro, che veniva sequestrata quale provento dell’attività di traffico illecito.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.