Rimini. Rubavano borse incustodite lungo la spiaggia: arrestati dalla Polizia di Stato

Più informazioni su

Nei giorni scorsi, due equipaggi della Squadra Volante della Questura di Rimini sono intervenuti presso gli stabilimenti balneari di Marina Centro, sulla base di alcune segnalazioni di furti di borse. Arrivati sul posto, gli agenti hanno fermato una 19enne originaria di Ferrara, con ancora in mano la borsa contenente gli oggetti ed i soldi asportati ad una 46enne sammarinese.

Nello stabilimento vicino, gli agenti dell’altra volante hanno bloccato un 20enne originario della Tunisia, irregolare sul territorio italiano, che insieme alla ragazza fermata, sua complice, si era impossessato qualche minuto prima di una borsetta lasciata appesa sotto ad un ombrellone. I due ladri, passeggiando in spiaggia, passavano in rassegna gli ombrelloni incustoditi per poi appropriarsi delle borse, zaini e borselli lasciati presso gli stessi e occultarli sotto un asciugamano.

Per i due è scattato l’arresto per furto aggravato in concorso. All’esito del rito direttissimo i due giovani sono stati condannati, con pena sospesa e rimessi in libertà. La ragazza è stata munita del provvedimento di Foglio di Via Obbligatorio dal Comune di Rimini per un anno, emesso dal Questore, mentre l’extracomunitario è stato denunciato in stato di libertà e la sua posizione è adesso al vaglio del locale Ufficio Immigrazione per eventuali provvedimenti di allontanamento dal territorio nazionale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.