Novafeltria. Due persone denunciate, elevati verbali amministrativi e ritrovato ciclomotore rubato

Più informazioni su

Continuano i controlli in tutta la Valmarecchia da parte dei Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Novafeltria tesi a garantire la sicurezza dei cittadini e dei turisti. Sono stati eseguiti svariati controlli da parte dei Carabinieri che hanno perlustrato ad ampio raggio tutta la Valmarecchia puntando l’attenzione alla prevenzione dei reati ed alla sicurezza stradale.

Numerosi sono stati i controlli eseguiti alla circolazione stradale, con molteplici posti di controllo, per poter filtrare efficacemente i veicoli ed individuare più facilmente persone sospette. Gli equipaggi dell’Arma, in tale contesto, hanno proceduto al controllo di 97 veicoli ed alla identificazione di oltre 140 persone. Diversi i conducenti sottoposti al test per l’assunzione di alcool con precursori che valutano la presenza di alcool nell’aria espirata.

In questo ambito sono state due le denunce, una per “guida in stato di ebrezza alcolica” l’altra per “guida sotto effetto di sostanze stupefacenti”. Ritirata la patente a un 24enne residente a Novafeltria, sorpreso dai Carabinieri di San Leo, alla guida della sua Audi A4 lungo la Marecchiese con un tasso alcolico accertato di 0,81 grammi/litro; ritiro del documento di guida a un 26enne di Novafeltria, fermato, dai Carabinieri della Radiomobile di Novafeltria, a Pietracuta di San Leo, alla guida della sua autovettura, in evidente stato di alterazione da uso di sostanze stupefacenti.  Scoperta dai militari nel controllo dell’abitacolo una piccola dose di marijuana.  Il giovane inoltre si è rifiutato di effettuare gli accertamenti tossicologici pertanto è stato denunciato e contestualmente segnalato all’autorità amministrativa quale assuntore di sostanze stupefacenti, oltre al ritiro della patente di guida.

Per quanto attiene al rispetto del Codice della Strada, sono state elevate 10 sanzioni.

Durante i controlli, sono anche stati multati 5 giovani per “ubriachezza”. I ragazzi di età compresa tra i 18 e i 22 anni sono fermati vicino al centro di Pennabilli da una Pattuglia dei Carabinieri locali, mentre camminavano e parlavano ad alta voce. Non appena i militari si sono avvicinati hanno constatato che erano in evidente stato di ubriachezza.

I militari alle prime ore del mattino hanno ricevuto, tramite la Centrale Operativa di Novafeltria, una segnalazione di un furto di un ciclomotore avvenuto vicino al centro di Pennabilli. Immediatamente sono partite le ricerche per rintracciare il ciclomotore Malaguti Phantom e dopo poco, grazie anche alla segnalazione di un cittadino, i Carabinieri sono riusciti a trovarlo, in località Rio Cavo, restituendolo al proprietario. Sono in corso le indagini da parte dei Carabinieri per identificare gli autori del furto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.