Novafeltria. Nel mese di giugno aveva rubato un telefono cellulare: denunciato 23enne dai Carabinieri

Denunciato un 23enne di origine senegalese per “ricettazione”, dai Carabinieri della Compagnia di Novafeltria. Il 10 giugno, una cittadina di Novafeltria, si è presentata presso la locale Caserma dei Carabinieri per denunciare il furto del suo telefono cellulare.

La vittima ha raccontato ai militari che la sera prima era stata a cenare in un ristorante di Rimini, con alcuni amici, ed aveva depositato la sua borsa su di una sedia nei pressi del loro tavolo. Quando, al termine della serata, è andata a riprendere la sua borsa si è accorta che dall’interno era sparito il suo telefono cellulare, un “Huawei P9” del valore di circa 300 Euro. Si era quindi rivolta ai Carabinieri della Stazione di Novafeltria per denunciare il furto.

Le indagini sono partite dall’acquisizione dei tabulati telefonici e, attraverso il tracciamento del codice Imei dell’apparecchio, è stato possibile stabilire come questo fosse ancora in uso. Gli ulteriori accertamenti hanno portato poi a scoprire che nei mesi successivi al furto all’interno del dispositivo erano state inserite due altre schede sim riconducibili ad un 23enne senegalese, domiciliato nella provincia di Ascoli Piceno, che all’esito dei riscontri effettuati sui tabulati telefonici e dalle indagini tradizionali, ha utilizzato di fatto il telefono sottratto alla derubata. Al termine degli accertamenti il 23enne è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria di Rimini per “ricettazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.