San Leo. Presentato progetto di videosorveglianza per presidiare gli accessi e le uscite del territorio comunale

“Un sistema di videosorveglianza diffuso per San Leo – commenta il Sindaco Leonardo Bindi – per presidiare gli accessi e le uscite del territorio del Comunale, dal confine con Verucchio a quello con la Repubblica di San Marino che toccherà tutto il perimetro del territorio comunale su 9 varchi serviti da 18 telecamere”. Si tratta del progetto che la Giunta Comunale di San Leo ha deciso di candidare per accedere ai finanziamenti statali destinati alla sicurezza urbana per l’installazione di un nuovo sistema di videosorveglianza cittadino.

Il progetto presentato dall’ufficio tecnico comunale del Comune di San Leo prevede la realizzazione di sistema di telecamere dotate di algoritmo per il riconoscimento della composizione alfanumerica della targa dei veicoli. Il sistema Ocr sarà attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 e presidierà 9 varchi grazie a 18 telecamere che leggeranno ed archivieranno sul server centrale il numero di targa dei veicoli in transito e le immagini di contesto collocato presso il Comando dei Carabinieri.

L’impianto avrà un costo di 90.000 euro le zone videosorvegliate saranno Pietracuta centro e le arterie principali; i parchi; Libiano; Montemaggio; San Leo Quattroventi; San Leo centro storico e il Palazzo mediceo.

“La presenza di telecamere, ai varchi cittadini così come in parcheggi – prosegue il Sindaco Bindi -, nei parchi cittadini o zone particolarmente rilevanti (a concentrazione commerciale o particolarmente isolate), costituisce una impareggiabile azione preventiva soprattutto se dotate di sistemi intelligenti di rilevazione. Permetterà di rispondere alle esigenze di pubblica sicurezza e controllo del territorio. Inoltre, il sistema costituirà un deterrente per le azioni vandaliche contro il patrimonio pubblico e privato e per gli atti criminosi nelle aree sotto il controllo delle telecamere. Fornirà infine un contributo documentale nell’eventualità di fenomeni criminosi facilitando le operazioni e i servizi di vigilanza delle forze dell’ordine”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.