Apre il Centro Operativo di Protezione civile per il supporto al nuovo Drive Through Tamponi della zona sud della Provincia di Rimini

Si è tenuto ieri, venerdì 13 novembre 2020, l’incontro in videoconferenza dell’Unità di Crisi composta dai Sindaci del COI Riviera del Conca che raccoglie in forma associata la Protezione Civile dei comuni di Cattolica, Coriano, Misano, Riccione e San Giovanni in Marignano.

Il Centro Operativo Riviera del Conca con il coordinamento guidato da Mario Sala, a seguito dell’incontro, si è attivato per le funzioni F1, F3, F10 e F11 ovvero Tecnico scientifica e pianificazione, Volontariato, Amministrativo contabile e Comunicazione ed Informazione.

L’attivazione della Protezione civile, richiesta e voluta dalle amministrazioni si è resa indispensabile al fine di provvedere con le proprie strutture e supporto al funzionamento del Drive Through Tamponi che la prossima settimana sarà operativo nei pressi del casello della A14 di Riccione e reso possibile dalla collaborazione con AUSL Romagna, Esercito Italiano, Comune di Riccione ed il COI Riviera del Conca.

A questo importante impegno, che vedrà impiegato il volontariato coordinato dal COI, i sindaci hanno voluto che la Protezione civile potesse rendersi disponibile e pronta a supportare le amministrazioni in tutti quei compiti che, come visto la primavera scorsa, potrebbero essere necessari per il supporto alla popolazione.

È stata inoltre inviata a firma dei sindaci del COI Riviera del Conca, una richiesta alla sede di Rimini dell’Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione civile Servizio Area Romagna affinché attivi il Coordinamento Provinciale del Volontariato di Protezione civile per il territorio afferente la Riviera del Conca, quale supporto nelle attività di assistenza alla popolazione durante le fasi di campionamento dei tamponi nonché di presidio e guardiania diurna delle attrezzature lasciate sul posto.

“L’evoluzione dei contagi nella nostra provincia è in costante crescita – riporta la nota della Protezione civile  – per cui si rende necessario che la nostra struttura si faccia trovare pronta alle necessità che potrebbero presentarsi. Il COI Riviera del Conca, come accaduto nella prima fase della pandemia, grazie all’attenzione dei Sindaci e dei funzionari incaricati, accende il motore della macchina organizzativa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.