Rimini. Litiga con la compagna e chiama la Polizia per farsi arrestare: 26enne sanzionato per violazione coprifuoco

Più informazioni su

Nella notte tra il 22 e il 23 gennaio, alle 2.50, un 26enne veronese ha chiamato la Polizia sul Numero Unico di Emergenza 112 NUE asserendo di trovarsi in via Curiel e di volersi costituire in quanto convinto di avere a suo carico un Ordine di carcerazione per un fatto avvenuto nell’agosto del 2018, quando aveva infranto il vetro di un’autovettura ed era fuggito all’arrivo degli operatori.

Gli uomini della Polizia Stradale di Rimini hanno vigilato sul rientro a casa dei numerosi turisti giunti per Capodanno

Appena la pattuglia è giunta sul posto l’uomo ha riferito ai poliziotti che poco prima aveva discusso con la compagna e che voleva andare in carcere. Fatti i dovuti accertamenti emergeva che a carico del soggetto non vi erano pendenze, pertanto l’uomo è stato sanzionato amministrativamente per inottemperanza alle limitazioni imposte dall’attuale normativa anti Covid in quanto si trovava fuori dalla propria abitazione, senza giustificato motivo in orario di coprifuoco.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.