Quantcast

Rimini. Scoperti mentre erano all’interno di un hotel: arrestati per tentato furto

Più informazioni su

Alle ore 17.15 circa del 6 aprile, sulla linea di emergenza “112 NUE”, è giunta una segnalazione di due soggetti travisati, vestiti di scuro con cappellini da baseball in testa, che dopo aver scavalcato la recinzione ed infranto il vetro della porta di ingresso, mediante l’utilizzo di un tubo in metallo, si erano introdotti all’interno di un hotel in via Lagomaggio, attualmente chiuso al pubblico.

Giunti immediatamente sul posto, ad attendere i poliziotti in strada, vi era il richiedente, il quale, confermando quanto già riferito sulla linea d’emergenza, ha indicato materialmente la porta infranta, utilizzata dai rei per introdursi all’interno della struttura.

Dopo aver effettivamente constatato che il vetro inferiore della porta in questione risultava infranto con un tubo in metallo ancora presente sul pavimento nei pressi dell’ingresso, i poliziotti si sono introdotti all’interno dell’immobile per effettuare un controllo. Giunti al primo piano, notando due giovani scendere le scale interne, hanno provveduto a fermali, identificandoli per un 29enne sammarinese ed un 31enne riminese. Chieste spiegazioni in merito alla loro presenza in quel luogo, gli stessi hanno riferito di essersi introdotti all’interno alla ricerca di un giaciglio di fortuna, in quanto senza fissa dimora, approfittando del fatto che il vetro della porta risultava già danneggiato.

Risultando poco credibile la versione fornita dai due soggetti, i poliziotti hanno compiuto ulteriori accertamenti, che hanno portato all’acquisizione di immagini videoregistrate da cui si poteva vedere che erano stati i due giovani a rompere il vetro della porta da cui erano entrati.

Dai successivi accertamenti, è stato appurato che il 29enne sammarinese è risultato avere a suo carico precedenti per reati contro il patrimonio e che era stato indagato più volte per invasione di terreni edifici.

Il 31enne riminese, è risultato anch’egli avere a suo carico numerosissimi precedenti nonché condanne per reati contro la persona ed il patrimonio, in particolare per rapina, furto aggravato in abitazione, ricettazione, oltraggio e resistenza a p.u., estorsione, rapina, maltrattamenti di animali ed invasione terreni ed edifici.

Entrambi sono stati quindi tratti in arresto per tentato furto aggravato e, su disposizione del P.M di turno, trattenuti presso le camere di sicurezza della Questura in attesa del rito direttissimo previsto per la giornata odierna.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.