Quantcast

Stagione estiva: 138 Carabinieri di rinforzo al Comando Provinciale dell’Arma di Rimini

Più informazioni su

Per la stagione estiva appena iniziata, 138 sono le unità di rinforzo destinate al Comando Provinciale Carabinieri di Rimini. In concomitanza con l’avvio della stagione estiva ed il conseguente notevole afflusso turistico, la Legione Carabinieri Emilia Romagna, nell’ambito di un’ampia manovra che riguarda l’intero territorio regionale, per rafforzare l’organico delle Stazioni dipendenti, ha assicurato la presenza di 10 Carabinieri di rinforzo al Comando Provinciale dell’Arma di Rimini che sono già pienamente operativi dallo scorso weekend.

A partire dal 19 luglio p.v., in vista dei numerosi eventi in programma in tutta la Provincia, arriveranno a Rimini due contingenti di Carabinieri per un totale di 128 unità che assicureranno le attività di prevenzione sino al 05 settembre.

Il personale di rinforzo, con dispositivi operativi 24 ore su 24, garantirà un aggiuntivo innalzamento del livello di salvaguardia dell’ordine pubblico, e sarò ripartito in tutte le Stazioni e Nuclei Operativi e Radiomobili Carabinieri della Provincia. Ciò consentirà di far fronte alle molteplici esigenze che interesseranno l’intero territorio durante il periodo estivo e permetteranno di potenziare l’attività di contrasto alla criminalità comune e organizzata.

In tale ottica rientra l’apertura a Riccione, in piazzale Ceccarini, del presidio fisso Carabinieri che grazie all’impiego di adeguato personale garantirà un contatto diretto con le persone. Una presenza costante che avrà anche una funzione preventiva importante considerato il notevole afflusso di turisti che giornalmente frequentano il centro cittadino per lo shopping, grazie alle molteplici attività commerciali aperte con orari prolungati.

L’attività dell’Arma in Provincia, sarà inoltre orientata al controllo delle zone ritenute più sensibili con specifici servizi di prevenzione ai reati di natura predatoria, in particolar modo nei parchi pubblici e nelle aree interessate al turismo balneare, che con gli stabilimenti balneari presenti su ampie estensioni di arenile, necessitano di un adeguato dispositivo di sicurezza per contrastare qualsiasi tipologia di reato che possa turbare l’ordine pubblico.

Per tale motivo i reparti territoriali maggiormente impegnati sulla fascia costiera, avranno l’ausilio del fuoristrada Jeep Wrangler e mezzi similari, che consentiranno di intervenire rapidamente durante le emergenze operative più complesse.

Analogamente, durante gli orari serali e notturni, maggiore attenzione sarà prestata nelle aree esposte al rischio di sovraffollamento nei punti di Marina Centro e zona Marano, ma anche nei tradizionali centri storici, considerata la presenza di molteplici bar, pub e ristoranti interessati alla c.d. movida per la presenza di moltissimi giovani turisti.

Per assicurare una cornice di sicurezza adeguata, le pattuglie operative sul territorio saranno supportate da personale in abiti civili, per intervenire con celerità e attenzione anche in altri luoghi interessati all’aggregazione giovanile, al fine di impedire comportamenti aggressivi rivolti ai coetanei, che talvolta sfociano in risse o danneggiamenti vari.

Per completare il programma di sicurezza estiva, oltre all’ordinaria attività di prevenzione, l’azione di contrasto sarà rivolta anche ad altre forme di illegalità che destano maggiore allarme sociale, in particolare quelle connesse:

ai furti perpetrati nei centri urbani, sull’arenile ed all’interno delle strutture alberghiere;
alla prostituzione presente in determinate aree del territorio urbano, in particolare sulla statale e zona mare;
al fenomeno dei c.d. “pallinari”, che nel periodo estivo prediligono la zona mare, al fine di perpetrare truffe in danno di ignari turisti;

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.