Quantcast

Controlli nel week end della Notte Rosa: due arresti e 4 denunciati

Più informazioni su

Una intensa attività di controllo è stata svolta dai Carabinieri della Compagnia di Rimini nel weekend della settimana rosa che ha visto impegnato decine di Carabinieri nei servizi straordinari di controllo del territorio che hanno portato all’arresto di 2 persone ed alla denuncia di altre 4 nonché alla segnalazione di diversi giovani quali assuntori di sostanze stupefacenti.

I Carabinieri, al fine di garantire la sicurezza dei numerosi turisti accorsi in riviera per l’evento “ROSA”, hanno proceduto a dispiegare pattuglie, automontate e a piedi, che hanno garantito una costante vigilanza nei punti individuati come i più sensibili per l’ Ordine Pubblico.

Nella notte i militari del NOR – Sezione Operativa hanno tratto in arresto il cittadino albanese 26enne domiciliato a Rimini. Nella circostanza l’indagato, la sera della “Notte Rosa” nella zona di Miramare, veniva sorpreso mentre cedeva quattro dosi di sostanza stupefacente di tipo cocaina, a due tossicodipendenti del luogo, in cambio di 70,00 euro a dose. La successiva perquisizione sulla persona ed in casa dell’arrestato hanno permesso di rinvenire e porre sotto sequestro, ulteriori 20 grammi circa di cocaina ed oltre 7.500,00 euro quale provento della fiorente attività di spaccio. I due acquirenti sono stati invece segnalati alla locale Prefettura per uso stupefacenti. L’arrestato, nella mattinata del 31 luglio sottoposto giudizio della Magistratura di Rimini, è stato condannato alla pena di anni 1 e mesi 8 di reclusione, nonché all’ammenda di euro 2.666,66, con il beneficio della pena sospesa.

Sempre nella notte i Carabinieri della Stazione di Rimini Porto impiegati in specifico servizio per la prevenzione e repressione dei reati predatori nella spiaggia nei pressi del piazzale Fellini hanno arrestato 36enne di origine marocchina. L’extracomunitario, approfittando dell’oscurità,  dopo essersi cosparso di sabbia per mimetizzarsi con la spiaggia, veniva sorpreso e bloccato dai militari operanti, subito dopo aver asportato la borsa contenente denaro documenti ed il telefono cellulare ai danni di una turista 21enne di Cesena, che l’aveva momentaneamente appoggiata sul lettino mentre si intratteneva con alcune amiche. L’arrestato, nella mattinata del 31 luglio sottoposto giudizio della Magistratura di Rimini, ha scelto il rito normale e l’A.G. in attesa del processo ha disposto il suo accompagnamento al Carcere di Rimini.

Nel pomeriggio del 31 luglio, nei pressi del bagno 24 i carabinieri della Stazione di Rimini Porto, su segnalazione della vittima, hanno intercettato ed identificato sul lungomare Tintori, un tunisino di anni 22 poiché poco prima aveva asportato da sotto l’ombrellone dello stabilimento balneare n. 24 una borsa ai danni di una turista della provincia di Torino. Il controllato a sua volta veniva altresì trovato in possesso di 6 telefoni cellulari che dalle indagini sono risultati asportati poco prima da altrettante vittime turiste negli stabilimenti balneari circostanti. Lo straniero è stato denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica per il reato di furto aggravato e per la ricettazione dei telefoni di cui è stato trovato in possesso. Tutti gli apparati sono stati restituiti ai legittimi proprietari.

Denunciato in stato di libertà all’A.G. per il reato di ricettazione anche il tunisino di anni 26 sorpreso in viale Regina Elena dai carabinieri della stazione di Rimini Principale in possesso di un telefono cellulare asportato poche ore prima ai danni di un turista di Bologna. La vittima attraverso l’applicazione specifica per il rintraccio del telefono cellulare aveva fornito indicazioni precise ai militari che lo hanno fermato con il maltolto nascosto sulla persona. Anche in questo caso il telefono asportato è stato restituito al legittimo proprietario.

La sera del 30 luglio 2021 i carabinieri della stazione di Rimini Porto hanno intercettato identificato un 42enne originario della provincia di Salerno che lungo la passeggiata di viale Regina Elena aveva asportato con destrezza il portafogli ai danni di un turista della provincia di Macerata. L’indagato è stato denunciato in stato di libertà alla locale A.G. per il reato di Furto;

I carabinieri della Sezione Operativa del NOR la sera del 31 luglio 2021 hanno denunciato in stato di libertà all’A.G. di Rimini un tunisino di anni 34, senza fissa dimora, lo stesso era stato sorpreso mentre sul Lungomare  Tintori stava cedendo una dose di 0,5 circa di hashish in pregiudizio di un turista della provincia di Firenze. L’acquirente è stato a sua volta segnalato alla competente Prefettura per uso stupefacenti.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.