Quantcast

Ministra Lamorgese su accoltellamento Rimini: “Era una persona disturbata. Poteva capitare ovunque”

Sciolta la prognosi per il bambino ferito. Oggi trasferito reparto nel reparto di Chirurgia Pediatrica

“E’ stato un episodio che certamente non doveva capitare, ma che poteva capitare in qualunque parte d’Italia o d’Europa. Era una persona evidentemente disturbata, su questo si stanno facendo tutti gli accertamenti del caso dal punto di vista psichiatrico” ha dichiarato il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, a Rimini in merito, ha quanto avvenuto sabato sera quando un giovane somalo ha accoltellato cinque persone, un bambino e quattro donne, ferendole.

“Il lato positivo è che le vittime non sono più in pericolo di vita e questa è la cosa più importante”, ha aggiunto la Ministra.

“Abbiamo escluso la pista terroristica. Su questo abbiamo certezza” ha detto ancora. “Mentre avveniva questo episodio e noi lo seguivamo da Roma, le polizie europee erano in collegamento tra di loro per avere certezza di questo dato, di quest’elemento importante”, ha spiegato, definendo quanto successo sabato “un gravissimo episodio criminale” ha concluso. La notizia è riportata da Ansa Emilia Romagna

 Bollettino medico sulle condizioni cliniche del bambino ricoverato all’ospedale Infermi di Rimini in seguito alla vicenda di cronaca avvenuta sabato 11 settembre

Sciolta la prognosi per il piccolo ricoverato da sabato 11 settembre  all’ospedale infermi di Rimini. La notte di degenza è trascorsa tranquilla e il suo decorso è regolare.

Oggi è stato trasferito nel reparto di Chirurgia Pediatrica diretto dal dottor Vincenzo Domenichelli. Resta sotto costante osservazione anche dell’équipe di Chirurgia Vascolare diretta dal dottor Salvatore Tarantini, che ha eseguito l’intervento.

 La prognosi è di 60 giorni

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.