Quantcast

Musicista romagnolo protesta contro il Green Pass post concerto, il pubblico insorge: “Rispetto per i morti”

Più informazioni su

Come riporta una nota dell’Ansa, il violoncellista Mauro Valli, nato a Sant’Agata Feltria e membro fondatore della ravennate Accademia Bizantina, ieri sera alla fine di un concerto a Bologna invece di fare il bis è tornato sul palco annunciando che quello sarebbe stato “il suo ultimo concerto con le attuali regole che obbligano all’uso del Green pass e che rappresentano un vero e proprio ricatto (…) Un attacco alla democrazia”.

A questa dichiarazione, avanza la nota dell’Ansa, è frusciato un tiepido applauso dai pochi sostenitori e poi si sono sollevate a gran voce le proteste della maggioranza del pubblico presente, che è insorto con frasi quali: “È una vergogna! Ci sono state migliaia di morti. Un po’ di rispetto!”

Il presidente dell’Associazione concertistica Roberto Iovine ha in seguito dichiarato all’Ansa che “Ci è stato teso un agguato. Nessuno ci aveva avvertito che avrebbe fatto un comizio”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.