Quantcast

È scomparso il pedagogista Andrea Canevaro, cittadino onorario di Rimini. Petitti: “Ha fatto tanto per la città”

Più informazioni su

Ho appreso con grande dispiacere della scomparsa del grande pedagogista Andrea Canevaro, ritenuto il padre della pedagogia speciale in Italia, professore emerito dell’Università di Bologna e studioso riconosciuto in ambito internazionale – commenta Emma Petitti, presidente dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna – Solo qualche settimana fa abbiamo avuto il piacere di vederlo e ascoltare le sue parole nel documentario “Lo spazio che vive” dedicato al Ceis, come ennesima testimonianza di quanto abbia fatto per l’educazione, per l’inclusione e per la nostra città di Rimini».

“Nel 2013 proprio il Comune di Rimini gli conferì la cittadinanza onoraria riconoscendo il suo significativo contributo scientifico rispetto a temi come la disabilità, le differenze e i sistemi educativi, a livello nazionale ed europeo. In quegli anni, sempre a Rimini, aveva portato i Cantieri formativi tematici rivolti a operatori del settore (educatori e insegnanti), ma anche a tutti i nuclei familiari interessati. Solo qualche anno prima, nel 2010, Canevaro aveva ricevuto a Ravenna il Premio Barbiana per il grande lavoro svolto nell’ambito dell’inclusione” avanza Petitti.

“Un esempio di grande professionista che fino all’ultimo ha continuato a lavorare ai suoi studi e a nuove pubblicazioni. Un uomo generoso che ha saputo insegnarci tanto e che con i suoi studi e la sua testimonianza continuerà a indicare alla nostra società la strada giusta da percorrere. Gliene saremo grati per sempre” conclude Petitti.

 Il cordoglio della Consigliera regionale PD Nadia Rossi

“Che grande dispiacere la perdita di Andrea Canevaro. Custodirò per sempre le sue parole illuminanti e chiare, con cui fino all’ultimo, solo qualche settimana fa, ci ha parlato di educazione, pedagogia, inclusione. Di una comunità educante, riminese e non solo, che ha contribuito a far crescere e cambiare. Pedagogista, studioso, professore emerito all’Università di Bologna, persona dalla cultura smisurata e vicina a tutti, aveva un legame strettissimo con Rimini, di cui era cittadino onorario. Una città che lo ringrazia e non lo dimenticherà, come tutti noi” dichiara Nadia Rossi, consigliera regionale PD.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.