Riccione, fine settimana in sicurezza: continuano i controlli straordinari, identificate oltre 200 persone

Più informazioni su

Nella serata di sabato 25 il Questore di Rimini ha predisposto ulteriori servizi di controllo del territorio finalizzati a prevenire e a contrastare fenomeni di degrado urbano, reati contro la persona ed il patrimonio, nonché lo spaccio di sostanze stupefacenti, nel territorio del Comune di Riccione, meta di migliaia di giovani provenienti da tutta Italia. I servizi sono stati predisposti con ordinanza del Questore di Rimini e preventivamente concordati in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Sig. Prefetto della Provincia di Rimini, con il concorso dell’Arma dei Carabinieri e d ella Guardia di Finanza.

Questa attività si inserisce nella ormai sistematica iniziativa di controllo del territorio su Riccione, iniziata già a metà maggio, anche con servizi straordinari che vengono prevalentemente organizzati nei fine settimana e nei week end festivi. In occasione dei mirati controlli per favorire l’operatività del personale della Polizia di Stato è stato riattivato, grazie alla sinergia ed alla disponibilità del Comune di Riccione, il modulo operativo logistico presso quel piazzale Roma.

Il controllo da parte degli operatori di polizia è stato particolarmente capillare nelle zone della Stazione F.S. – Metromare di Riccione, nei viali principali, nel piazzale Roma, sulla spiaggia ed ha interessato le aree di maggior aggregazione di giovani.

Imponente è stato lo schieramento delle Forze di Polizia impiegate, sia in divisa, sia in abiti civili, che ha visto la presenza di quasi un centinaio tra donne e uomini della Polizia di Stato e della Polizia Ferroviaria in primis, con l’impiego degli equipaggi dei Reparti Prevenzione Crimine e del Reparto Mobile di Senigallia, ed ha registrato la costante presenza anche di personale della Polizia Locale di Riccione.

Il bilancio della serata di sabato 25 è stato molto positivo: sono stati effettuati 12 posti di controllo nel corso dei quali, sono state identificate oltre 200 persone – fra le quali molti giovani stranieri – anche minori – controllati 64 veicoli, elevate 16 contravvenzioni al Codice della Strada e denunciati in stato di libertà 2 ragazzi minorenni, che si sono resi responsabili del reato di rapina ai danni di un altro giovane, fatto accaduto in p.le Roma alle ore 21.30 circa. I due minori, al termine dell’attività di rito, sono stati affidati ai genitori convocati in Questura nella notte.

Inoltre, preziosissimo è stato l’apporto fornito dalla Polizia Ferroviaria che ha operato simultaneamente presso le Stazioni Ferroviarie di Rimini e Riccione, garantendo il necessario flusso informativo con Ferrovie dello Stato che ha consentito un pronto riadeguamento dei servizi.

Infine, la Polizia Stradale ha denunciato in stato di libertà una persona per guida in stato di ebrezza e ritirato 4 documenti fra carte di circolazione e patenti di guida, una delle quali appartenente alla persona denunciata con un tasso alcolemico superiore a tre volte il limite consentito.

Per quanto concerne l’analisi dei dati relativi ai servizi svolti in questi primi 3 week end estivi tra Rimini e Riccione, il personale della Polizia di Stato, specificamente impiegato ai fini di prevenzione e monitoraggio del fenomeno noto come “bande giovanili multietniche”, ha identificato oltre 400 soggetti d’interesse, dei quali il 60% è risultato essere straniero.

Si è riscontrato che la quasi totalità dei giovani controllati è risultata di età compresa tra i 16 ed i 22 anni ed un quarto è risultata minorenne. Il 50 % degli identificati è giunto dalle province emiliane di Bologna, Modena e Reggio Emilia, quasi esclusivamente con i treni, mentre il 30 % delle persone identificate sono risultate oggetto di controlli estivi dello scorso anno.

Sotto il profilo dei risultati operativi, un primo dato analitico sull’andamento della criminalità, ha permesso di riscontrare che, in ambito provinciale, nel medesimo periodo di riferimento tra la stagione 2021 e quella attuale, vi è stata una diminuzione in termini di delitti commessi del 15 %. I dati complessivi dell’attività svolta saranno monitorati costantemente nel corso dell’estate, e solo al termine del periodo in esame sarà però possibile un’approfondita disamina delle risultanze raccolte.

Analoghi servizi saranno ripetuti per l’intera stagione estiva con lo scopo di garantire un adeguato livello di sicurezza a beneficio di tutti i residenti e dei turisti.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.