Micol Arpa Rock special guest di Music Cultura a Villa Verucchio

Venerdì 2 agosto 2019, a partire dalle ore 21.30, si accendono le luci sul palco di Piazza Europa a Villa Verucchio, che ospita l’edizione 2019 di ‘Music Cultura’.

Un evento che, all’undicesimo anno di vita, si è ormai ritagliato un suo importante spazio nel panorama degli appuntamenti estivi: “10 ragazze per me posson bastare” (citando Lucio Battisti) è il titolo filo conduttore scelto dagli organizzatori, in primis Paolo Clementi, direttore artistico, organizzatore, musicista e insegnante alla Drums School di Rimini, affiancato in questo caso da Comune e Pro Loco di Verucchio e dal Gruppo Hera.

Una ‘degustazione’ di note e di suoni per il pubblico, con un ricco mix di ingredienti, il tutto rigorosamente live. Nel menu della serata, infatti, condotta da Marco Giulio Magnani, “Anni 90 the best songs”, brani celebri reinterpretati in maniera coreografica con la partecipazione della New Grafic Ballet, poi le calde voci (soliste e in coro) di sei cantanti: Cristina Di Pietro, già stella di “The Voice of Italy”, Stefania Martin (chiamata per la tournèe invernale di Renato Zero “Il Sogno Continua”), Annastella Camporeale, corista di Gianna Nannini e di Cesare Cremonini, Elena Giardina (ha partecipato a “X Factor” nel 2013), Daniela Galli (corista e autrice per diversi artisti, tra cui Ivana Spagna, Mietta e Nomadi, con apparizioni in vari musical e trasmissioni televisive) e Jennifer Vargas (originaria di Cuba, ha preso parte a vari talent televisivi: “Amici” nel 2011, “X Factor” con il gruppo tutto al femminile Dynamo nel 2013 e “The Voice of Italy” nel 2016 nel team di Emis Killa). Ad accompagnarle sul palco il giovane musicista Agostino Raimo (chitarra), Roberto Rizzi (basso), Simone Migani e Max Rocchetta (piano – tastiere), Luca Mattioni (percussioni) e Paolo Clementi (batteria).

Il momento clou di questo viaggio musicale sarà l’esibizione come special guest di Micol Arpa Rock, talentuosa artista di livello nazionale (ha aperto il concerto del Primo Maggio 2018 con un’inedita versione di ‘Bella ciao’) pronta a coinvolgere il pubblico con l’utilizzo del tutto originale che fa di uno strumento antico come l’arpa, sempre concepito nell’ambito di un’orchestra classica, ma che nel suo caso diventa protagonista anche negli altri generi musicali: un po’ come un pianoforte o una chitarra.

Micol Picchioni ha avuto un percorso classico, è stata la più giovane a diplomarsi in arpa al Conservatorio e col massimo dei voti (al “Morlacchi” di Perugia), tanto da essere scelta dal Maestro Riccardo Muti per la sua Orchestra Giovanile Cherubini, ma questo non le bastava, sognava di suonare i suoi arrangiamenti rock e pop davanti ad un grande pubblico, così ha deciso di portare la sua arpa a contatto diretto con le persone, esibendosi nelle piazze più belle d’Italia (piazza Navona a Roma e in estate a San Teodoro, in Sardegna) invece che nella cavea di un teatro, inventando pure un nuovo modo di suonare, in piedi.

“La musica è una sensazione totalizzante che ti prende completamente e quando suono mi risulta innaturale stare ferma – spiega Micol – Ho dunque cambiato l’approccio allo strumento e cominciato a suonare in piedi, qualcosa che nessuno aveva osato prima, muovendomi, interpretando i brani con tutto il corpo, danzando insieme all’arpa al ritmo della musica. In questo modo mi sento più libera e sento di esprimermi in modo più completo. Del resto ognuno di noi si ritaglia un percorso personale e nella sua professione porta il proprio modo d’essere. Micol Arpa Rock dunque punta a coinvolgere il pubblico perché le note trasmettono emozioni, e durante un mio brano le persone possono piangere o anche tenere il tempo con le mani”.

A Villa Verucchio Micol Arpa Rock proporrà alcuni dei brani inseriti nel suo primo album, intitolato appunto “Arpa Rock”, pezzi che hanno fatto la storia del rock, riarrangiati e reinterpretati in modo unico e personale. “Insieme agli organizzatori dell’evento abbiamo scelto tra gli altri “Firth of Fifth” dei Genesis, “Space oddity” di David Bowie, “Smell like teen spirit” dei Nirvana e un immancabile Bruce Springsteen con “Born to Run”.

In passato sono stata in alcune occasioni a Ravenna per il Festival quando facevo parte dell’Orchestra Cherubini con il maestro Riccardo Muti, ma sarà la prima volta che mi esibisco in Romagna e in particolare nel riminese come Micol Arpa Rock: sono davvero curiosa di vedere come reagirà il pubblico alla mia originale proposta artistica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.