Al teatro CorTe di Coriano arriva la musica rock dei Miami & The Groovers

Sabato 16 novembre 2019 (ore 21,15) il Teatro CorTe di Coriano vedrà in scena il rock dei Miami & the Groovers che porteranno in scena il loro concerto “C’era una volta in America”. Si tratta di una delle band indipendenti più seguite in Italia. I Miami & the Groovers vantano quattro album in studio (Dirty roads 2005, Merry go round 2008, Good things 2012, The Ghost King 2015), un box live cd/dvd (No way back 2013), due ep (Are you ready 2008, Biancorosso 2011), ricevendo critiche positive e vedendo la propria fanbase crescere sempre più.

I protagonisti che daranno voce, musica e corpo al concerto saranno: Lorenzo Semprini (voce, chitarra, armonica), Alessio Raffaelli (piano, fisarmonica), Marco Ferri (batteria), Luca Angelici (basso, cori) e Omar Bologna (chitarra elettrica, mandolino).

Ospite d’eccezione della serata sarà Antonio Vanzolini, attore di Cattolica, che farà degli interventi e delle introduzioni a delle canzoni rimanendo sempre sul tema portante del concerto, ovvero “C’era una volta in America”: letture su Elvis Presley, sul mondo americano e sull’idea degli Stati Uniti. I brani proposti saranno un alternarsi tra canzoni scritte dal gruppo stesso e altre invece prese da film come “La venticinquesima ora” di Spike Lee e naturalmente altre prese dal celebre film di Leone a cui i Miami & the Groovers fanno esplicitamente riferimento.

C’è una lunga linea continua che collega le canzoni folk di Woody Guthrie, Pete Seeger, Bob Dylan, Johnny Cash, al rock di Bruce Springsteen, Creedence Clearwater Revival, Elvis, Chuck Berry. Un lungo viaggio in cui Miami & the Groovers al gran completo, guideranno il pubblico tra storie di fuorilegge, schiavi, viaggiatori, lavoratori, come una orchestra di provincia ma anche con i suoni urbani del rock,

“C’era una volta in America” è uno spettacolo che, come il famoso film di Sergio Leone, unisce una visione italiana ad un immaginario americano. Miami & the Groovers, forti anche di un repertorio proprio ormai apprezzato e valorizzato con concerti in tutta Europa, in compagnia di Alejandro Escovedo, Willie Nile, Joe D’Urso, Jono Manson, Southside Johnny, Bill Toms, Elliott Murphy, Jake Clemons, Joel Guzman, Jesse Malin, Gang, saranno i “Macchinisti” di questo treno, un treno che come cantava Woody Guthrie “È destinato alla gloria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.