All’enoteca Quattrocento di Rimini attesi lo studioso Luca Cancian e l’artista riminese Veronica Bugli

Continuano le serate di avvicinamento alla poesia dell’enoteca Quattrocento di Rimini. Domani dalle 21.30, con la collaborazione dell’artista riminese Veronica Bugli, è in programma la performance “Traiettorie” di Luca Cancian: uno spettacolo di poesie collegate da un unico filo conduttore in forma di monologo, anzi, di chiacchierata. Il tema principale è, come suggerisce il titolo, la molteplicità delle forme geometriche e dei percorsi che si osservano in natura e cosa possono rappresentare simbolicamente. Il famoso esempio della teoria del caos, secondo cui il battito d’ali di una farfalla in Brasile può provocare un uragano in Texas, fa da collante per un contenitore di piccole osservazioni su argomenti apparentemente distanti (biliardo, blues, arcobaleni…) e sulla fragilità della nostra personale traiettoria. Senza pretesa di catturarne o spiegarne il senso, possibilmente con ironia e leggerezza.

Veronica Bugli

Chi è Luca Cancian: studia da anni i rapporti tra vino territorio e linguaggio e tiene corsi di degustazione istintiva in società con altri cultori della materia. Si è avvicinato alla poesia orale nella scena del poetry slam e ha fondato con altri scrittori dell’area cesenate la tribù poetica VoceVersa, attiva nell’organizzazione di eventi incentrati sulla parola (slam, reading, performance musicali). E’ approdato alla forma del teatro poesia con il suo primo spettacolo, intitolato “Basta un pugno”.

Insieme a Lorenzo Bartolini e Stefano Campagnolo fa parte dei FiloCharmsici, ispirato dalla figura del poeta russo Daniil Charms.  Veronica Bugli, artista da anni attiva e presente nella scena culturale riminese, con il suo format “Parole” ha portato poesia e musica in vari locali di Rimini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.