Quantcast

Comune di Rimini e Gruppo Hera insieme per il Fellini Museum: il progetto tra i candidati del Premio Cultura + Impresa

Più informazioni su

La partnership tra Comune di Rimini e il Gruppo Hera per il progetto di valorizzazione del Fellini Museum è tra i candidati alla vittoria della IX edizione del Premio Cultura + Impresa nella categoria ‘Sponsorizzazioni e Partnership’.

L’intervento è stato finalizzato al recupero e alla valorizzazione dell’identità storica e culturale di Rimini, con lo scopo di riqualificare il quadrante del centro storico e la rete museale urbana. Il Fellini Museum si sviluppa lungo tre punti cardine: Castel Sismondo, rocca malatestiana del 400 al cui progetto contribuì Brunelleschi; il Palazzo del Fulgor, edificio di origine settecentesca sede del leggendario cinema immortalato nel film Amarcord e oggi riallestito con scenografie progettate dal tre volte Premio Oscar Dante Ferretti; piazza Malatesta, una grande area urbana con porzioni a verde, arene per spettacoli, installazioni artistiche e un immenso velo d’acqua a rievocare l’antico fossato del castello. Lo scopo del progetto risiede nel mettere a disposizione di cittadini e turisti nuovi contenuti (e contenitori) culturali per contribuire a migliorare la qualità della vita delle persone.

Questo progetto è la dimostrazione di quanto sia sempre più stretto il dialogo tra Imprese e le Arti, quando comunicazione, creatività e innovazione si incontrano contribuendo ad affermare la Cultura come uno degli asset più rilevanti e distintivi del nostro Paese.

Proprio a questo dialogo è dedicato il Premio CULTURA + IMPRESA, quest’anno alla IX edizione, il più importante osservatorio italiano sulle Sponsorizzazioni e Partnership culturali, Produzioni culturali d’Impresa e sugli investimenti delle Imprese in Art Bonus.

La collaborazione tra Comune di Rimini e Gruppo Hera fa parte della Short list dei 23 progetti tra i quali ora i componenti della Giuria sceglieranno i vincitori dei tre Primi Premi di categoria e delle 6 Menzioni speciali.

Come ogni anno, il Premio questa diventa quindi una ‘fotografia’ unica delle tendenze di questa alleanza sempre più strategica tra Imprese e Cultura. Che cosa ci rivelano i 23 progetti selezionati tra i 135 che si sono candidati presentandosi sulla piattaforma online Ideatre60 della Fondazione Italiana Accenture? Se nella precedente edizione i Primi Premi sono andati tutti a progetti nel Centro-Sud, quest’anno la parte del leone la fanno le Regioni del Centro-Nord, prime tra tutte la Lombardia (9 progetti in Short list) e l’Emilia Romagna (5 progetti in Short-list).

Sintetizza Francesco Moneta, Presidente del Comitato CULTURA + IMPRESA: “In alcuni territori e contesti urbani la cultura è stata motore della ripartenza, favorendo l’attività di commercianti e artigiani; le Arti sono un linguaggio efficace con cui diffondere tematiche urgenti come le istanze ambientali o rilevanti come le eccellenze dei nostri territori e la cura e il benessere delle persone; progetti culturali di varie dimensioni, e non solo associati all’Art Bonus, hanno saputo creare ‘squadre’ e mettere in rete non più singole o poche imprese, ma veri e propri network territoriali; l’innovazione digitale e la gamification sono ormai sempre più territori di innovazione comune tra Imprese e Operatori culturali pubblici e privati; progetti culturali non occasionali sono il cuore del ri-lancio e dell’affermazione di Città, Aziende, Fondazioni, Università; l’Arte contemporanea – cui è dedicata quest’anno per la prima volta una Menzione Speciale e che comprende arti visive, installazioni multimediali, urban arts, digital art, fotografia – è presente in ben 6 progetti e si conferma essere un linguaggio sempre più adottato dalle Imprese; Festival diffusi, Rassegne Culturali, Eventi multidisciplinari hanno finalmente potuto riconquistare il proprio pubblico dopo un anno di fermo.”

Istituzioni e operatori culturali pubblici e privati, Aziende, Fondazioni erogative e Agenzie di comunicazione sono quindi i protagonisti di questa alleanza che verrà celebrata con il consueto Workshop di premiazione che nella prima settimana di luglio assegnerà 3 Primi Premi di Categoria e 6 Menzioni speciali: Digital Innovation in Arts (in collaborazione con Fondazione Italiana Accenture), CCR – Corporate Cultural Responsibility (in collaborazione con il Salone della CSR e dell’Innovazione sociale), Under 35 (in collaborazione con Patrimonio Cultura), Networking in Arts, Arte contemporanea + Impresa (in collaborazione con Artissima).

Ai vincitori delle tre categorie principali verranno consegnati i nuovi Premi d’Artista, mentre alle Menzioni Speciali saranno riservati Premi formativi, master in management e promozione culturale offerti da: Fondazione Fitzcarraldo, Università IULM, 24ORE Business School, Scuola di Fundraising Roma, Upa.

Patrocinatori e Partner attivi del Premio CULTURA + IMPRESA 2021-2022 sono: Ministero della Cultura, Comune di Milano, ACRI, ALES, ANCI, Artissima, Assif, Assifero, Federculture, FERPI, Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Sodalitas, GAI, Patrimonio Cultura, Prioritalia, Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale, UNA. Media partner: AgCult, Artribune, Exibart e Il Giornale dell’Arte.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.