Rafforzare le imprese emiliano-romagnole all’estero: da Regione e Unioncamere contributi per 1 milione di euro

Più informazioni su

Un sostegno per ricorrere a servizi per avviare o rafforzare la presenza all’estero delle micro, piccole e medie imprese dell’Emilia-Romagna attraverso l’analisi, la progettazione, la gestione e la realizzazione di iniziative sui mercati internazionali. Incrementare la consapevolezza e l’utilizzo delle soluzioni e strumenti offerti dal digitale nell’export, ma anche favorire la continuità operativa delle attività commerciali all’estero nella fase della ripartenza post pandemia Covid-19.

Sono gli obiettivi principali del bando “Digital Export – anno 2021”, varato dalla Regione Emilia-Romagna e dal sistema Camerale emiliano-romagnolo che confermano così anche per il 2021 le azioni a sostegno di percorsi di internazionalizzazione per le imprese del territorio regionale, da Piacenza a Rimini. Il bando stanzia contributi a fondo perduto per le imprese (micro, piccole e medie) dell’Emilia-Romagna pari a oltre 1 milione di euro.

Le richieste di contributo potranno essere inviate dal 1 al 22 marzo 2021 e dovranno riguardare la realizzazione di progetti e in un arco temporale dal 1 gennaio scorso al prossimo 31 dicembre. La misura rientra nel progetto approvato dal Ministero dello sviluppo economico per il finanziamento di programmi e progetti camerali, condivisi con la Regione, indirizzati all’attuazione di politiche strategiche nazionali in tema di sviluppo economico e di servizi alle imprese. Il 24 febbraio, dalle 10,30 alle ore 13 si svolgerà un seminario online webinar per illustrare finalità, contenuti e modalità di partecipazione al bando.

“Una grande opportunità per agganciare la ripartenza che passa soprattutto dalla digitalizzazione e commercio elettronico che si stanno confermando come strumenti fondamentali per consentire una rapida ripresa delle esportazioni. Il sistema Camerale emiliano-romagnolo e la Regione– hanno commentato l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Vincenzo Colla e il presidente di Unioncamere Emilia-Romagna, Alberto Zambianchi– confermano per il 2021 le azioni di sostegno a percorsi di internazionalizzazione per le imprese del territorio. La misura ha l’obiettivo di sostenere progetti di rafforzamento e consolidamento della presenza all’estero delle imprese anche accompagnandole nel passaggio all’economia digitale, accrescendo la consapevolezza e l’utilizzo di nuovi strumenti web per l’export”.

Il bando in sintesi

Il contributo minimo sarà pari a 5 mila euro (a fronte di spese complessive pari a 10 mila euro), quello massimo ammonterà a 15 mila euro (a fronte di spese complessive pari a 30 mila euro). Il bando regionale è rivolto a imprese manifatturiere esportatrici e non esportatrici, aventi sede legale e/o sede operativa attiva in Emilia-Romagna con un fatturato minimo di 500 mila euro, così come desunto dall’ultimo bilancio disponibile. L’arco temporale per la realizzazione delle iniziative che potranno beneficiare dei contributi va dal 1 gennaio al 31 dicembre 2021. Le richieste di contributo devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.