Quantcast

A Gradara l’assemblea dei soci della cooperativa braccianti riminese

Si è svolta lo scorso sabato, 5 giugno, a Gradara nella suggestiva atmosfera del Castello, l’annuale Assemblea dei Soci della Cooperativa Braccianti Riminese per l’approvazione del Bilancio 2020 di CBR.

La giornata si è aperta con il saluto di Filippo Gasperi, Sindaco di Gradara. Una data quella scelta per l’assemblea estremamente significativa: proprio 75 anni fa, il 5 giugno del 1946, 11 soci fondarono a Rimini la Cooperativa Braccianti Riminese.

“Tutto nacque dalla volontà di un gruppo di braccianti, che nell’immediato dopoguerra unirono le forze e decisero di cooperare per garantire sostegno alle proprie famiglie. – racconta Valerio Brighi, Presidente della Cooperativa Braccianti Riminese – In 75 anni di attività ne abbiamo fatta di strada. Oggi, la Cooperativa vanta circa 330 dipendenti, di cui 132 soci, che operano per il Gruppo CBR. L’incontro di Gradara, visto che ricorre questo anniversario, è l’occasione per invitare tutti i soci, anche gli onorari, coloro che hanno fatto parte della nostra storia”.

La Cooperativa è un’impresa generale di costruzioni leader nel settore delle pavimentazioni stradali, urbanizzazioni, opere idrauliche e di difesa del territorio. Il bilancio del 2020 dell’intero Gruppo chiude con un valore di produzione annua che ammonta a € 85.000.000 e un risultato operativo pari a € 3.512.000.

“Nonostante la sospensione momentanea dell’attività lavorativa nella primavera del 2020, a causa della pandemia COVID-19, le società del Gruppo hanno superato gli obiettivi di budget in termini di volume di produzione. Il portafoglio ‘lavori da eseguire’ della CBR a fine esercizio ha raggiunto il record storico di € 148.524.613, con un incremento del 44% rispetto all’esercizio precedente.

Da sempre, la CBR ha considerato i suoi soci d i suoi dipendenti il motore del suo sviluppo, e la chiave del suo successo. Ancora oggi, la Cooperativa è concepita come una squadra, che lavora, insieme, per il benessere di tutti”- ha commentato Valerio Brighi.

Il 5 giugno è una data particolarmente significativa anche perché è la Giornata Mondiale dell’Ambiente ed è stata dunque l’occasione per presentare ai Soci l’impegno verso l’ambiente. CBR aderisce a Riempi il Mondo di Verde e sostiene CEFA nel piantare alberi nella città di Modena, in Somalia ed in Ecuador.

E proprio a Gradara, CBR si appresta a realizzare la “Green Valley”, un progetto che riguarda la costruzione di circa 90 villette bifamiliari all’avanguardia, costruite con l’ausilio del legno che le rende confortevoli, ad alta efficienza energetica e nel pieno rispetto dell’ambiente.

Il progetto di Gradara arriva dopo quello del settembre 2020, quando il Gruppo CBR ha inaugurato, presso l’unità operativa di Pievesestina di Cesena, l’impianto di conglomerati bituminosi “Master Tower”, capace di riutilizzare ampie percentuali di materiale fresato proveniente da pavimentazioni sottoposte ad usura, per realizzare nuove pavimentazioni stradali, con produzione di miscele a ridotte emissioni di anidride carbonica.

“Siamo molto contenti di aver potuto ospitare alla Rocca di Gradara, nella splendida cornice di Piazza d’Armi, questa importante Assemblea e poter festeggiare insieme alla CBR il 75° anno di attività dell’azienda. Si tratta, infatti, di una felice collaborazione con una ditta del territorio particolarmente sensibile alle iniziative culturali che il Comune di Gradara porta avanti, la CBR sarà nostro partner d’eccezione, attraverso la misura dell’art bonus, sostenendo fattivamente il piano di riqualificazione di Palazzo Rubini Vesin, spazio espositivo comunale per mostre ed eventi situato nel borgo storico. Posso certamente affermare che si tratta quindi di una prima collaborazione ma che in futuro svilupperà nuovi e proficui progetti futuri per entrambi” – ha dichiarato il Sindaco di Gradara Filippo Gasperi.

L’Assemblea dei Soci che si è tenuta all’aperto all’interno delle mura del Castello, ha visto la partecipazione oltre che dei 130 soci attuali, anche di quelli “onorari”, ossia tutti coloro che in questi tanti anni di attività del Gruppo sono stati soci di CBR.

“E’ stato un bel momento per stare insieme e per approfittare anche dell’opportunità che ci ha dato il Sindaco di Gradara di partecipare a una visita guidata al Castello o alle Mura di Cinta” conclude il Presidente di CBR Brighi.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.