Quantcast

Vacanze negli agriturismi dell’Emilia-Romagna: oltre 1.200 strutture per natura, sapori, arte e sport

Più informazioni su

Tutta la bellezza che c’è. Negli oltre 1.200 agriturismi dell’Emilia-Romagna, per una vacanza fra natura, sapori, arte e sport. A cominciare da subito, adesso, prenotando per l’estate. Un comparto fondamentale, operatori che hanno pagato a caro prezzo le limitazioni dovute alla pandemia, ma che adesso è pronto a ripartire in sicurezza. Che la Regione sostiene – quasi 30 milioni di euro per misure strutturali e ristori negli ultimi mesi –, per il quale ora serve un ulteriore passo avanti sul lato della promozione turistica: un nuovo portale, www.agriturismo.emilia-romagna.it, e una campagna di comunicazione, spot per radio e tv, social e web, iniziata in questi giorni e destinata a coprire i prossimi mesi, dedicata alla molteplicità delle attività e dell’offerta legata alle imprese agricole e agrituristiche. Non solo l’estate, quindi.

Da Piacenza a Rimini, gli agriturismi sono pronti ad accogliere di nuovo i visitatori italiani e stranieri con proposte di vacanza differenziate, sicure, genuine e sostenibili, all’insegna delle bellezze naturalistiche, delle eccellenze enogastronomiche della nostra regione e di tutte le esperienze di relax, cultura, didattica e gusto che solo la vita rurale sa offrire.

Proprio per rilanciare e promuovere l’offerta della rete agrituristica dell’Emilia-Romagna nasce ‘Agriturismo’, il nuovo portale con tutte la novità, la mappa e i servizi offerti dai 1.246 agriturismi della regione. E una nuova campagna di comunicazione nazionale.

Azioni che sono state illustrate oggi in videoconferenza stampa dall’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi.

“Quello degli agriturismi è un settore strategico, vivace e in continua evoluzione che in questo lungo e difficile anno di pandemia ha dato prova di incredibile resistenza dimostrando non solo di saper tener duro, ma anche di riuscire a rinnovarsi per essere pronto, oggi, ad agganciare la ripartenza con proposte diversificate e sicure che mirano a far conoscere la qualità delle nostre produzioni agricole e vitivinicole- sottolinea Mammi-. Come si può vedere consultando il nuovo portale dedicato alle strutture agroturistiche della nostra regione, in Emilia-Romagna abbiamo più di 1.200 aziende con oltre 10.500 posti letto e una vastissima gamma di servizi al pubblico che spaziano dallo sport al relax, dall’enogastronomia alla cultura agricola”.

“L’agriturista che sceglie di trascorrere qui le vacanze- continua l’assessore- può vivere una vacanza a stretto contatto con le tradizioni dei nostri imprenditori agricoli regalandosi un viaggio nei luoghi dove ha origine la qualità dei prodotti tradizionali, dei vini e di tutte quelle eccellenze DOP e IGP che tutto il mondo apprezza. Una ricchezza di tradizione enogastronomica, bellezze naturali e patrimonio storico-culturale su cui non abbiamo mai smesso di investire e che, in questo ultimo anno, abbiamo sostenuto ancora di più, mettendo in campo misure straordinarie per aiutare gli imprenditori ad affrontare i lockdown continuando a investire nella qualità in vista della ripartenza. Il momento del rilancio è finalmente arrivato e questa campagna nazionale è il giusto strumento per tornare a richiamare i turisti nella grande bellezza rurale dell’Emilia-Romagna”.

Il nuovo portale degli agriturismi in Emilia-Romagna

‘Agriturismo’ è il nuovo portale, realizzato da Apt servizi, che presenta l’offerta e le attività tramite la mappa dei 1.246 agriturismi emiliano-romagnoli. Continuamente aggiornato e di facile utilizzo il sito consente agli utenti di ricercare, attraverso filtri per nome, località e tramite la cartina geografica interattiva, le informazioni, i contatti e tutti i servizi offerti dalle singole strutture dove si intende trascorrere le vacanze. Il portale è consultabile dai dispositivi mobile, tablet, dekstop e 4k al link: https://agriturismo.emilia-romagna.it.

La campagna di comunicazione

Via subito, intanto, con la promozione del lancio del nuovo portale, con banner web, social, spot radiofonici, a partire dai canali Rai – Radio1, Radio2, Radio3, Isoradio –, e sponsorizzazioni di trasmissioni televisive Rai dedicate alla promozione territoriale e al turismo.

Inoltre, per valorizzare la multifunzionalità delle aziende agricole – con particolare riguardo all’offerta di agriturismi nelle vigne e nelle cantine della Regione – è programmata una campagna di comunicazione multicanale per web, social e carta stampata rivolta ai turisti di tutte le età alla ricerca di un contatto esclusivo con la natura, gli enoturisti, ma anche gli sportivi, i professionisti del settore e i giovani attratti dal piacere del consumo slow di vini. Con spot radiofonici e video che saranno trasmessisulle principali emittenti nazionali e del territorio, guardando anche al mercato europeo.

Le risorse regionali per il comparto

La Regione sostiene le imprese agrituristiche del territorio attraverso i fondi del Programma di sviluppo rurale 2014-2020. A questo proposito si è concluso lo scorso aprile il secondo bando per la multifunzionalità e lo sviluppo di attività turistiche e didattiche da oltre 7,1 milioni di euro.

Alla ristrutturazione e l’ampliamento di fabbricati rurali, la qualificazione di spazi aperti e l’acquisto di dotazioni e attrezzature sono andati oltre 19,1 milioni di euro per il finanziamento di 147 progetti complessivi.

Inoltre, per quanto riguarda gli aiuti e la promozione del settore agrituristico durante l’emergenza sanitaria da Covid-19, la Regione Emilia-Romagna, affiancandosi alle misure adottate dal Governo, ha stanziato circa 2,2 milioni di euro che sono serviti per sostenere 1.100 aziende del territorio regionale che hanno fatto richiesta e ottenuto l’erogazione di un contributo forfettario pari a 2mila euro per gli agriturismi e a mille euro per le fattorie didattiche. Ulteriori risorse per fornire liquidità alle imprese agricole sono in programma anche per il 2021.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.