Quantcast

Assemblea di bilancio 2021 di Federcoop Romagna: il cooperatore dell’anno 2022 è Vincenzo Colla

Più informazioni su

Si è svolta venerdì 13 maggio alla Chiesa dei Servi di Casa Artusi di Forlimpopoli, in occasione dell’assemblea di bilancio 2021 di Federcoop Romagna, la cerimonia di consegna del premio di Cooperatore dell’Anno a una personalità che si è distinta per il suo contributo al bene comune. Nel 2022 il riconoscimento è stato assegnato a Vincenzo Colla, assessore regionale alle Attività Produttive, “per la competenza e la visione strategica con cui ha sostenuto le imprese e la coesione sociale delle comunità emiliano-romagnole”. Hanno consegnato il premio al cooperatore Colla, la Caveja e il Gallo, simboli della laboriosità, dell’orgoglio e della storia della Romagna, Mario Mazzotti e Paolo Lucchi – rispettivamente presidente di Legacoop e Federcoop Romagna e amministratore delegato di Federcoop Romagna e le tre coordinatrici provinciali di Legacoop Romagna Elena Zannoni, Federica Protti e Simona Benedetti.

Hanno partecipato all’assemblea i sindaci di Forlimpopoli Milena Garavini, di Cesena Enzo Lattuca, di Ravenna Michele de Pascale, di Modigliana Giancarlo Dardi e di Santa Sofia Daniele Valbonesi, inoltre erano presenti anche Juri Magrini assessore alle attività produttive di Rimini, il presidente di Legacoop Emilia-Romagna Giovanni Monti, i consiglieri regionali Lia Montalti, Gianni Bessi e Massimo Bulbi, la direttrice di Legacoop Emilia Romagna Barbara Lepri, la presidente di Casa Artusi Laila Tentoni e il deputato Marco di Maio.

Federcoop Romagna

I dati del bilancio di Federcoop Romagna

Positivi i dati del bilancio di Federcoop Romagna: il valore di produzione è di oltre 5,3 milioni di euro, in leggera crescita rispetto l’anno precedente e con una ulteriore e importante previsione di crescita nel 2022 che si proietta verso un 6,9mil, un incremento di circa il 13%. Con le 18 persone assunte nel 2022, il totale del personale è di nel 102 persone suddivise nei vari territori della Romagna: Ravenna 54, Forlì 27, Cesena 10, Rimini 11.

La fotografia della popolazione aziendale disegna una stragrande maggioranza femminile (le donne sono il 75% del totale), moltissime le ore di formazione somministrate (2500 ore in un anno), un’età media di 47 anni e quasi tutti (il 95%) assunti a tempo indeterminato.

Per Federcoop Romagna hanno presentato i dati Maurizio Talli, Direttore Tecnico, e Cristina Montaguti, Responsabile Amministrativo, che si sono concentrati sul tema centrale della mattinata: Cooperazione e lavoro: prospettive e progetti in corso.

Sono intervenuti inoltre Romina Maresi (San Vitale), Renata Mantovani (Cad), Michele Gardella (Idrotermica Coop), Emilio Sabatini (Terremerse) — è stato affrontato dagli interventi di Ornella Rutigliano, Risorse umane Federcoop Romagna (”Cooperazione e lavoro: le nuove sfide”) e Arnaldo Carignano, Randstad Italia, (“Attrarre i talenti: la sfida nelle fasi di incertezza”).

I dati dell’osservatorio

Sono 2.600 le donne e gli uomini che le Cooperative romagnole intendono assumere da maggio a ottobre del 2022. Di queste 540 persone a Forlì-Cesena: 121 nel settore agroalimentare; 106 in quello costruzioni/infrastrutture; 37 in quello salute; 130 nelle filiere industriali; 11 per mobilità e logistica; 7 moda. Il 48,5% delle richieste è per “espansione dell’attività”, un dato più alto che nelle altre province. Sono invece 1.608 nella provincia di Ravenna, di cui 203 nell’agroalimentare, 311 nella salute, 448 commercio e turismo, 170 logistica e mobilità, 322 nei servizi. Infine, 452 nella provincia Rimini: 53 salute, 51 formazione e cultura, 64 costruzioni e infrastrutture, 271 altri servizi pubblici e privati.
Federcoop Romagna è il polo nazionale specializzato in servizi alle cooperative che fa capo a Legacoop Romagna. Al suo interno operano un centinaio di professionisti nei campi contabile, fiscale, legale, del lavoro, ambientale e della consulenza avanzata.

Legacoop Romagna rappresenta circa 380 imprese associate nelle province di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini, con un valore della produzione di oltre 6 miliardi di euro, 80 mila soci e oltre 23mila lavoratori.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.