Festa nazionale dell’Unità di Ravenna: il programma di domenica 8 settembre, con Nicola Zingaretti

Più informazioni su

Prosegue la Festa nazionale dell’Unità in corso al Pala De André di Ravenna. Di seguito il programma di oggi, domenica 8 settembre:

SALA “BENIGNO ZACCAGNINI”

Alle ore 17.30 l’incontro L’ITALIA E’ PIU’ BELLA – MANIFESTAZIONE NAZIONALE con Ouidad Bakkali, Alessandro Barattoni, Stefano Bonaccini, Paolo Calvano, Michele De Pascale e NICOLA ZINGARETTI.

Alle ore 21.30 – PRIMA LE PERSONE. PER UN’ITALIA GIUSTA E SOLIDALE con Pietro Bartolo, Marco Furfaro, Rossella Muroni, Giuliano Pisapia. Conduce: Daniela Preziosi.

LIBRERIA

Alle ore 11.00 -13.00 – MIGRAZIONE È PERCEZIONE? Presiede Massimiliano Picciani

“CACCIATELI! QUANDO I MIGRANTI ERAVAMO NOI” L’autore Concetto Vecchio intervistato da Toni Ricciardi – Intervengono i parlamentari PD della Circoscrizione estero: Nicola Carè, Laura Garavini, Francesco Giacobbe, Francesca La Marca, Michele Schiavone, Angela Schirò, Massimo Ungaro. Saranno presenti e in collegamento i rappresentanti dei circoli del PD all’estero

Alle ore 15.00 – ABBIAMO UN DISEGNO: L’EUROPA DEL DOMANI. Incontro con gli eurodeputati democratici italiani. – Presiede: Brando Benifei Partecipano: Pietro Bartolo, Andrea Cozzolino, Paolo De Castro, Giosi Ferrandino, Roberto Gualtieri, Pierfrancesco Majorino, Giuliano Pisapia, Massimigliano Smeriglio, Patrizia Toia

Alle ore 20.30 – Presentazione del libro di e con Davide Parenzo “I FALSARI. Come l’Unione Europea è diventata il nemico perfetto per la politica italiana”. Partecipano: Luisa Trumellini, Andrea Cozzolino

Sul Palco Centrale MAURIZIO LASTRICO. Una sperimentazione sul linguaggio nato dall’osservazione di realtà fra loro molto distanti: dai locali, in cui si mescolano borbottii e luoghi comuni, agli oratori parrocchiali, fino ai teatri stabili in cui si mettono in scena i grandi classici. Attraverso i suoi celebri endecasillabi “danteschi”, che mescolano il tono alto e quello basso, Maurizio Lastrico ripercorre il meglio del suo repertorio, raccontando con ironia di incidenti quotidiani, di una sfortuna che incombe, di un caos che gode nel distruggere i rari momenti di tranquillità della vita. Narratore di storie condensate in cui la sintesi e l’omissione generano un gioco comico di grande impatto.

Nella Tenda Socjal Club Lele Saraceno e Renato Ricci.

Nei viali della festa performance di improvvisazione teatrale a cura di Imprò

Tutte le sere si gioca a tombola e si possono vincere ricchi premi alla pesca gigante. Infine non può mancare la gastronomia dal classico ristorante romagnolo alle specialità toscane, della collina e del borgo e un ristorante con specialità di mare. Poi l’osteria delle Terre Libere con i prodotti etici nati dalle terre confiscate alla mafia, il ristorante vegetariano, la friggitoria, il ristorante multietnico.

Il programma completo delle Festa è disponibile sul sito del Partito Democratico e su www.festaravenna.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.