Regionali dell’Emilia-Romagna. Prime proiezioni sui voti scrutinati: Bonaccini in vantaggio sulla Borgonzoni

Più informazioni su

Intorno alle 24 di domenica 26 gennaio si profila in Emilia-Romagna la vittoria di Stefano Bonaccini che prima secondo gli exit poll e poi anche secondo le proiezioni di SWG per La7 di Enrico Mentana supera abbastanza nettamente la sfidante leghista Lucia Borgonzoni. La seconda proiezione delle ore 23.55 circa (sull’8% del campione dei voti scrutinati) dà Bonaccini al 51% circa e la Borgonzoni al 41% circa. Anche la coalizione di centrosinistra è davanti di qualche punto sulla coalizione di centrodestra, anche se in questo caso il distacco è molto inferiore. Secondo invece la seconda proiezione di Noto per Rai Porta a Porta delle ore 0.22 (copertura dell’11% dei voti scrutinati) si profila invece un testa a testa con Stefano Bonaccini in vantaggio di circa tre punti sulla Borgonzoni: 48,6% contro 45,5%.

L’AFFLUENZA ALLE URNE

Alle Elezioni Regionali del 2020 in Emilia-Romagna ha partecipato il 67,68% degli aventi diritto. Nel 2014 invece l’afflusso al voto era stato solo del 37,77%.

Questa la percentuale dei votanti in Romagna:

RAVENNA: 69,71% nel 2020 (fu del 41,31% nel 2014)

RIMINI: 63,51% nel 2020 (fu del 33,16% nel 2014)

FORLÌ-CESENA: 67,50% nel 2020 (fu del 36,93% nel 2014).

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.